Firenze vince il premio Agenda digitale per la Smart City Green

Firenze vince il premio Agenda digitale per la Smart City Green

‘Firenze Green smart city’ ha vinto il premio Agenda digitale dell’Osservatorio School of Management del Politecnico di Milano. Il riconoscimento è stato annunciato oggi a Milano nel corso del convegno conclusivo annuale dell’Osservatorio, alla presenza dei soggetti finalisti: per Firenze era presente l’assessore all’Ambiente, innovazione tecnologica e sistemi informativi Cecilia Del Re.

Una giuria di esperti di innovazione nella Pubblica amministrazione provenienti da tutta Italia ha decretato Firenze come soggetto vincitore del premio per il sistema del ‘Verde digitale’, il pacchetto di iniziative per portare la smart city verso l’ambiente: dal nuovo sistema di irrigazione smart dei giardini, al sistema informativo del verde pubblico, alle iniziative ‘Dona un albero’ e alberi associati ai nuovi nati. Un insieme di interventi realizzati grazie a fondi europei, fondi strutturali, risorse umane interne al Comune, tecnologie per l’Internet delle Cose e partecipazione dei cittadini. Al premio Agenda digitale, giunto alla quinta edizione, possono candidarsi le pubbliche amministrazioni e piccole imprese italianeche abbiano realizzato progetti di successo in tema di efficace digitalizzazione o soluzioni innovative offerte a start up e piccole imprese.

Il nuovo sistema del ‘Verde digitale’ del Comune di Firenze comprende: un nuovo sistema informativo ‘Verde pubblico’, con gestionale e mobile app per operatori che consentono di curare e censire il verde pubblico in realtime direttamente dal parco e in modo geo-referenziato; gli opendata del verde pubblico; il nuovo portale web dell’ambiente con navigazione interattiva su mappa dei dati del verde. Il nuovo sistema è stato realizzato per l’80% circa con fondi Pon Metro 2014-2020 Asse 1 Agenda Digitale e per la parte restante con risorse interne di sviluppatori del Comune di Firenze.
Dona un albero con dedica
Il progetto ‘Dona un albero con dedica’, inserito nel nuovo portale dedicato all’ambiente, consente di donare e dedicare un albero alla persona cara con un semplice click sulla nuova piattaforma web. Un servizio reso possibile grazie alla nuova infrastruttura digitale realizzata dalla direzione Sistemi informativi e dalla direzione Ambiente per una migliore gestione del verde pubblico. La piattaforma web consente di scegliere il tipo di pianta da donare tra 10 specie considerate compatibili dalla direzione Ambiente per il luogo prescelto. La targhetta sull’albero contiene il nome della persona alla quale la pianta è dedicata e un Qrcode che rimanda alla dedica. La dedica è visibile anche online, se il donante dà il consenso alla visualizzazione. Sulla piattaforma web compare un cuore su ogni albero donato. Il tutto è connesso al sistema di interconnessione a pagoPA (finanziato con Pon Metro 2014-2020 Asse 1 Agenda digitale) e gestito dalla società Silfi.
Un albero per ogni nuovo nato
Il progetto ‘Un albero per ogni nuovo nato’ ha l’obiettivo di rendere ancora più chiaro e coinvolgente per il cittadino il rispetto della legge che prevede la messa a dimora di un nuovo albero per ogni nuovo nato. Il sistema collegherà in modo automatico e casuale il nuovo albero piantato ai codici fiscali dei nuovi nati. Non sarà quindi possibile scegliere l’albero da associare al nuovo nato. Per visualizzare sulla mappa online la posizione dell’albero associato al proprio figlio o alla propria figlia, i genitori dovranno essere in possesso delle credenziali Spid e inserire il codice fiscale. Il progetto è stato realizzato con risorse interne dell’Amministrazione comunale e con fondi Pon Metro 2014-2020 asse 1 Agenda digitale.
Smart Irrigation
A Firenze l’irrigazione diventa smart e consente di risparmiare il 30% dell’acqua impiegata per innaffiare il verde pubblico cittadino. Grazie ai finanziamenti del progetto europeo Horizon2020 Smart City Lighthouse ‘Replicate’, nei due nuovi giardini delle ex Officine Galileo e Porta Leopolda sono stati attivati due impianti di ‘smart irrigation’: decine di sensori misurano la temperatura, l’umidità del terreno, la bagnatura, e attraverso il cloud si connettono a internet per recepire le previsioni meteo decidendo come e quando irrigare. Le stime dei benefici sono importanti: fino al 30% di litri di acqua erogati in meno all’anno, ottimizzazione dei sopralluoghi da parte degli operatori ambientali con conseguente riduzione degli spostamenti grazie alla rilevazione automatica delle perdite o all’invio di alert per sensori e irrigatori guasti. I dati vengono anche condivisi con i cittadini grazie a pannelli informativi situati nei due giardini che tramite il QrCode porteranno le informazioni in realtime sullo smartphone. Il tutto arriva anche nella ‘Smart city control room’, dove i dati verranno monitorati non solo dalle direzioni tecniche del Comune ma anche dalle aziende di servizi pubblici che sono coinvolte con la loro attività sui giardini ‘smart’.
Smart City Control Room

Una sola grande stanza che racchiude il controllo del traffico, dei semafori, dell’illuminazione e di tutto quello che ha a che fare con la sorveglianza e la gestione della città, compresa la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade. Il progetto prevede di raggruppare in un solo luogo la cabina di regia di tutte le centrali di controllo della mobilità, della gestione e manutenzione della viabilità, dei sistemi di videosorveglianza, del traffico di bus urbani e tramvie, oltre alla centrale di controllo del servizio di raccolta rifiuti e spazzamento stradale, della polizia municipale e dei vigili del fuoco. La Smart City Control Room è di fatto l’elemento centrale della strategia di azione e monitoraggio della città con particolare riferimento al miglioramento della mobilità nell’area metropolitana di Firenze quale centro operativo della gestione dei sistemi di Smart City e sarà il luogo ideale anche per la gestione dei grandi eventi che richiedono l’ospitalità anche fisica dei soggetti normalmente presenti in collegamento, in modo da incrementare le capacità di coordinamento e impatto delle azioni e dei servizi. L’intervento è finanziato dal progetto europeo Horizon2020 Smart City Lighthouse ‘Replicate’ e fondi Pon Metro 2014-2020 asse 2.

“E’ una grande soddisfazione veder riconosciuto e premiato il lavoro fatto per ‘Firenze Smart City Green’ – hanno detto il sindaco Dario Nardella e l’assessore Del Re -, un progetto frutto della collaborazione tra direzione Sistemi informativi e direzione Ambiente del Comune di Firenze. Un pacchetto di iniziative che abbiamo messo in campo per dotare la gestione del verde pubblico cittadino di un’infrastruttura digitale e arrivare a una gestione più efficiente del verde pubblico e a una maggiore trasparenza nei confronti dei cittadini, con dati accessibili a tutti. Abbiamo voluto anche promuovere la partecipazione dei cittadini alla cura del verde, in modo da diffondere una cultura più attenta alle tematiche ambientali”.

L'articolo Firenze vince il premio Agenda digitale per la Smart City Green proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi