Formazione a distanza, Grieco: “TRIO strumento importante per scuola e società”

FIRENZE - "TRIO, il sistema di formazione a distanza della Regione Toscana, è una ricchezza da potenziare, aggiornare evalorizzare come strumento utile per le attività di formazione continua e per la formazione obbligatoria. Si pensi ad esempio alla formazione sulla sicurezza per l'apprendistato e per l'alternanza scuola lavoro" ha affermato la assesore all'istruzione e alla formazione Cristina Grieco partecipando a Pisa al convegno TRIO 2015.

Una piattaforma conosciuta e apprezzata in ogni parte d'Italia, che ha quest'anno oltre 120mila utenti attivi, la metà dei quali toscani. Mentre al 30 novembre scorso gli utenti registrati alla piattaforma a partire dal 2002 risultano quasi  438mila. TRIO ha attivato dallo stesso anno  più di 1mln 276mila corsi, offrendo quasi 2mila risorse didattiche tra corsi online, e-book, aule virtuali registrate AVR, risorse audio.

"I cittadini che usano TRIO continuano a crescere – ha aggiunto Grieco -, anche considerato gli importanti progetti che la Regione Toscana ha avviato in questi ultimi anni, che hanno fatto sì di mettere la piattaforma a servizio del sistema integrato istruzione-formazione-lavoro per garantire formazione gratuita a target specifici di utenza. Anche la scuola potrà trarre benefici dai rapporti con  TRIO;  per questo incentiveremo il suo utilizzo per permettere agli studenti di coglierne le potenzialità e favorire  il loro bagaglio di  conoscenze e competenze".

A questo proposito l'assessore Grieco ha elogiato la partecipazione degli studenti di Empoli dell' istituto  tecnico industriale, che hanno realizzato una saponetta in occasione del convegno, grazie alle loro attività di laboratorio

I commenti sono chiusi