Gara Tpl, Ceccarelli: “Esposto alle Authority atto necessario per sbloccare situazione, nell’interesse dei cittadini”

FIRENZE - "La nostra segnalazione alle tre Authoriry è un atto dovuto, necessario per sbolccare una situazione che rischia di ostacolare gli esisti della gara". Così l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, rispondendo alle domande dei giornalisti presenti alla seduta del Consiglio regionale, ha spiegato il senso della segnazione che la Regione Toscana ha presentato all'Autorità nazionale anticorruzione, all'Autorità di regolazione dei trasporti ed all'Autorità garante per la concorrenza segnalando l'atteggiamento ostativo da parte degli attuali gestori rispetto all'esecuzione degli atti previsti dalla gara.

"Faccio un appello al senso di responsabilità di tutti - ha aggiunto l'assessore - perchè tutti abbiamo il dovere di lavorare nell'interesse dei cittadini. Spero che il mio appello venga accolto perchè altrimenti il rischio è che queste diatribe, che sicuramente non interessano ai cittadini, possano di ritardare gli effetti positivi della gara. E' legittimo che chi ha perso possa fare ricorso, ma in questo momento, se un giudice non ci dice il contrario, dobbiamo far rispettare gli esiti della gara".

L'assessore Ceccarelli ha inoltre ricordato che "era previsto che entro sei mesi dall'assegnazione definitiva si arrivasse alla firma del contratto, ma perchè questo accada è necessario che prima venga fatta una ricognizione sulla dotazione attuale da parte del vincitore Autolinee Toscane, un atto che in nessun modo pregiudica l'attività di chi attualmente sta svolgendo il servizio. Siccome questa possibilità non è stata data, noi abbiamo fatto questa segnalazione alle tre Autority finalizzata a 'sbloccare' la situazione".

"Il nostro interesse - ha concluso Ceccarelli - è quello di tutelare l'interesse dei cittadini e dei lavoratori, che è senza dubbio quello di vedere attuate il prima possibile le previsioni del capitolato di gara, cioè il miglioramento del servizio anche attraverso l'inserimento di circa 2000 nuovi autobus. Siamo davanti ad una situazione inedita perchè è la prima volta che in Italia si svolge una gara di queste dimensioni. La Toscana sta dimostrando con i fatti di essere una Regione riformista, di guardare all'interesse dei cittadini, di fare liberalizzazioni e di garantire l'occupazione. Questa gara è rivoluzionaria, speriamo possa mostrare i suoi effetti il prima possibile e possa dare alla Toscana un servizio a livello dei migliori standard europei". 

I commenti sono chiusi