Gemellaggio enogastronomico Elba-Firenze promosso da Vetrina Toscana

FIRENZE – Un gemellaggio enogastronomico tra Firenze e l'Isola d'Elba. Per circa due mesi, dal 20 gennaio al 17 marzo, 8 ristoranti fiorentini ospiteranno chef elbani che proporranno ricette, prodotti e vini elbani con l'obiettivo di spingere i più curiosi ad un'esperienza diretta sull'isola. Questo l'obiettivo di 'Tra terra e mare: l'Elba in Vetrina', l'iniziativa promossa da Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che valorizzano i prodotti del territorio, presentata oggi al ristorante Le Giubbe Rosse a Firenze.

"Un'occasione importante – ha spiegato l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo – per approfondire la conoscenza dell'Elba ma anche un passo successivo al convegno che abbiamo organizzato sull'isola lo scorso dicembre durante il quale ci siamo confrontati sulle grandi opportunità che l'Elba è in grado di offrire al mondo del turismo e dell'enogastronomia. In un periodo in cui la stagione balneare è ferma cerchiamo di mantenere viva l'immagine e la piacevolezza che quest'isola evoca, ospitando a Firenze la sua tradizione culinaria".

Ogni cena sarà incentrata su un prodotto locale e su un vino del territorio selezionati da ElbaTaste, il consorzio d'imprese che si occupa di promozione dell'enogastronomia dell'Isola d'Elba e delle Isole dell'Arcipelago Toscano.

Ecco il calendario. Il 20 gennaio  Paolo Gori di "Burde" ospita Massimo Poli de "La Taverna dei Poeti"; il 27 gennaio Claudio Vicenzo de "La Limonaia di Villa Rospigliosi" ospita Umberto Giacomelli de "Il Gallo Nero"; il 3 febbraio Filippo Saporito de "La leggenda dei Frati" ospita Marco Olmetti di "Pepenero"; l' 11 febbraio Claudio Bianchi de "I Ghibellini" ospita Giuseppe Sisillo de "L'Amandolo", il 17 febbraio Barbara Guarnieri di "Gustavino" ospita  Luigi Muti di "Vento in Poppa"; il 25 febbraio Claudio Catalani de il "Pesce Rosso" ospita Mirko Lanari del "Belmare", il 3 marzo Luca Cai de "Il magazzino" ospita Amos Rota di "Emanuel"; il 9 marzo Silvia Miniera della "Sosta del Rossellino" ospita Danilo Ferrara di "Capo Nord". Il ciclo di serate dedicate all'Elba si chiuderà il 17 marzo alle ore 15,30 all'Accademia dei Georgofili con il convegno: "Vino in anfora fra ricerca archeologica e produzione".

I commenti sono chiusi