“Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”. Le iniziative in Toscana.

“Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”. Le iniziative in Toscana.

“Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”: le iniziative in Toscana.

25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è un evento ricorrente istituito dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha scelto di prendere il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare, nel giorno prescelto, attività per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne segna anche l’inizio dei “16 giorni di attivismo contro la violenza di genere”. Giornate che precedono la Giornata mondiale dei diritti umani, il 10 dicembre di ogni anno, per sottolineare che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani.

Mostra a Palazzo Pitti

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, le Gallerie degli Uffizi propongono una mostra sulla libertà di scelta femminile con opere ispirate alla favola di Apollo e Dafne.

La rassegna, dal titolo Per Dafne e le altre, Elisa Montessori e il mito ovidiano, è in programma a Palazzo Pitti dal 25 novembre al 18 dicembre. Tra le opere in mostra l’autoritratto dell’artista Elisa Montessori, Dafne e due rappresentazioni dello stesso mito conservate nel Gabinetto disegni e stampe degli Uffizi.

Per l’inaugurazione, il 25 novembre, è prevista anche una diretta sul canale Facebook del museo. “E’ terribile dover leggere ogni giorno di donne assassinate e violentate da maschi – commenta il direttore degli Uffizi Eike Schmidt .- E’ compito dei musei sensibilizzare tutti su questa tragedia atroce compiuta per mano degli uomini”.

Cgil Firenze lancia mostra foto Fate

La Cgil di Firenze invece organizza due iniziative presso la Camera del Lavoro di Borgo de’ Greci, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Alle 15 si terrà il dibattito Lavoro, indipendenza, libertà: il lavoro per uscire dalla violenza, organizzato dal Coordinamento Donne Cgil Firenze, mentre alle 17 sarà inaugurata la mostra fotografica itinerante Fate – Donne straordinariamente ordinarie, visitabile fino al 7 dicembre.

“La violenza nei confronti delle donne – afferma Cristina Arba, responsabile del Coordinamento Donne – può assumere varie forme ma tutte importanti e gravi: dalla punta dell’iceberg che sono i femminicidi, ai maltrattamenti, alle violenze sessuali, alle minacce fino alle molestie fisiche e alle violenze economiche”.

Il sindacato, secondo la responsabile del Coordinamento Donne, può “fare molto, aiutando chi vive queste situazioni di difficoltà sia attraverso il nostro Sportello Donna chiama Donna sia attraverso la contrattazione, per prevenire le forme di discriminazione e tutelare la donna in ogni ambito compreso quello lavorativo”.

Piazza Duomo: performance Paolo Vallesi

Nella giornata di oggi, 25 novembre, sarà dedicata alle donne la performance di Paolo Vallesi. Il cantante si esibirà in piazza Duomo, proprio di fronte a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione. L’appuntamento è per le 16.30 e l’ingresso è libero.

La conferenza delle donne democratiche chiede agli uomini di scendere in strada con scarpe rosse

La conferenza delle donne democratiche della Toscana ha chiesto agli uomini di scendere in strada indossando un paio di scarpe rosse. L’obiettivo, spiegano, è chiaro: “la vera battaglia parte dagli uomini e per vincerla serve allearsi”.

L’iniziativa è stata realizzata per la prima volta dagli attori della compagnia Teatrando di Biella e domani approderà in Toscana, prima sui social e dalle ore 17 in piazza Duomo a Firenze.

All’appuntamento sono stati invitati gli esponenti della Giunta e del Consiglio regionale. A ciascun uomo le esponenti democratiche hanno chiesto di postare uno scatto con le scarpe rosse e di condividerlo sui propri canali social con gli hashtag #seseiunuomo #noallaviolenzasulledonne #25novembre.

A chi non potrà raggiungerle a Firenze, hanno chiesto di organizzare un appuntamento sotto ai palazzi di Province e Comuni e pubblicare uno scatto sui social.

“La lunga scia di sangue e di violenze contro le donne – ha spiegato Tania Cintelli, portavoce della Conferenza delle donne democratiche della Toscana – interessa anche la nostra Regione. Larga parte delle violenze affondano le proprie radici nella relazione di coppia, altre nelle relazioni parentali. La persistenza nella società di una cultura patriarcale continua a mietere vittime.”

“Il fenomeno dei femminicidi -conclude- e, più in generale delle violenze contro le donne è dilagante. Serve lavorare ancora di più sulla prevenzione, sulla protezione e sulla presa in carico delle donne vittime di violenza di genere e serve che il governo non imponga battute di arresto, a partire dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio che deve rappresentare un pilastro e non un elemento da derubricare. Riflettori accesi anche sulle donne straniere. Serve poi promuovere una cultura diversa nel nostro Paese, basata su un valore cruciale: la parità”.

L'articolo “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”. Le iniziative in Toscana. da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi.