Giorno della memoria, oltre duecento iniziative in tutta la Toscana

FIRENZE - Non solo il meeting al Mandela Forum. Il giorno della memoria si celebra con oltre duecentodieci eventi in tutta la Toscana: il 27 gennaio, ma non solo il 27 gennaio. Qualcuno c'è già stato,altri ci saranno. E non si tratta solo di celebrazioni ufficiali o incontri con gli ultimi sopravvissuti dei campi di sterminio. C'è il teatro (molto teatro), ci sono film, ci sono letture e presentazioni di libri e ancora visite guidate a luoghi della deportazione tutti da scoprire, più vicini di quanto uno immagini.

Si tratta di un programma fitto e a più mani (Regione e amministrazioni comunali, fondazioni, associazioni, scuole e musei), dal 14 gennaio al 16 febbraio, l'ultimo evento in calendario addirittura il 14 marzo. Tante iniziative per non dimenticare e per destare emozioni e discussioni, per incontrare i testimoni ancora in vita, per raccontare ciò che è stato o ciò che altri hanno raccontato, ma anche per imparare a non sottovalutare i segnali di discriminazione, anche quelli apparentemente più lievi, perché l'esclusione dei più deboli è spesso l'inizio di una brutta tragedia e non si può cavarcela dicendo "sono cose che capitano". Iniziative per imparare che diverso non vuol dire sbagliato, che non esiste uguaglianza senza differenza e che non può esistere differenza senza uguaglianza.

Non si parlerà solo di ebrei e della Shoah, ma anche della persecuzione patita durante il nazismo dagli omosessuali, dei toscani rastrellati per strada e spediti nei lager dopo gli scioperi del marzo 1944, del processo ad Eichmann, il criminale nazista, che fu all'epoca mandato in onda in 37 Paesi diversi, di eccidi di civili inermi a volte dimenticati ed altri noti, dal padule di Fucecchio alla strage di Sant'Anna di Stazzema, dei campi di sterminio 'farsa' allestiti per le ispezioni della Croce Rossa, di bambini di appena nove anni in fuga nei boschi, dei molti, famosi o meno, che aiutarono gli ebrei perseguitati, del passaggio del fronte e della guerra. Sarà anche l'occasione per ascoltare opere musicali messe al bando allora dalla censura, come "L'imperatore di Atlantide" scritta nel 1943, considerata una satira di Hitler e con quasi tutti i protagonisti che morirono nelle camere a gas.

Difficile scegliere tra tutti gli eventi che nelle prossime settimane interesseranno le province e le città della Toscana. Il programma completo è sul sito della Regione Toscana, all'interno della pagina dedicata al Giorno della memoria: http://www.regione.toscana.it/-/giorno-della-memoria-2016

I commenti sono chiusi