Giovane multato sul bus ad Arezzo, Toscana Trasporti faccia chiarezza

FIRENZE - "Quanto è successo va chiarito. E soprattutto va chiarito se siano stati lesi i diritti dell'utente". Così l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli commenta la vicenda del quindicenne sprovvisto di biglietto multato su un bus nell'aretino, malgrado avesse provato ad acquistare il titolo di viaggio a bordo e questo non fosse stato possibile perchè l'autista non ne era fornito. La vicenda, riportata sulla stampa locale aretina, ha portato l'assessore ha inviare una lettera al Presidente di Toscana Trasporti per chiedere "una relazione completa circa l'accaduto, al fine di verificare se siano stati violati i diritti dell'utente".

Nel testo della lettera l'assessore Ceccarelli inoltre spiega che "Il trasporto pubblico è uno dei servizi fondamentali garantiti a ogni cittadino e la Regione Toscana investe ogni anno risorse rilevanti per qualificare questo servizio. Per questo motivo, è nostro interesse primario che agli utenti sia garantita massima tutela".

L'assessorato regionale ai trasporti seguirà la vicenda ed invita a segnalare altre anomalie documentate di questo tipo.

Si ricorda che per reclami, richieste, suggerimenti e segnalazioni è attivo il numero verde tpl della Regione 800570530, e-mail numeroverdetpl@regione.toscana.it

I commenti sono chiusi