Giovanisì, 450mila euro per un bando di aggregazione giovanile rivolto al terzo settore

FIRENZE - Promuovere attività culturali e formative che favoriscano l'incontro dei giovani toscani in specifici spazi di aggregazione. Questo l'obiettivo primario del bando approvato dalla Regione, nell'ambito del progetto Giovanisì, attivo fino al 23 ottobre, che finanzierà 10 progetti (uno per provincia) per un totale di 450.000 euro.

Il bando è rivolto ai soggetti del terzo settore, che potranno partecipare alla presentazione di un solo progetto, pena l'inammissibilità delle domande. I soggetti destinatari delle azioni dovranno essere giovani dai 18 ai 30 anni.

I progetti saranno giudicati in base alla loro capacità di intercettare il maggior numero di giovani sul territorio con modalità innovative, creative ed originali; di coinvolgere i giovani del territorio nell'organizzazione e promozione delle attività previste; di promuovere la valorizzazione del territorio e i valori dell'inclusione.

Per scaricare i moduli di presentazione delle domande e per ogni altra informazione ci si può collegare alle pagine dedicate sul sito di Giovanisì (numero verde 800 098 719) e della  Regione Toscana.

 

I commenti sono chiusi