Giovanotti Mondani Meccanici COMPUTER COMICS ’84-’87

Giovanotti Mondani Meccanici COMPUTER COMICS ’84-’87

Firenze, abbiamo intervistato Francesco Spampinato, il curatore del libro di “Giovanotti Mondani Meccanici COMPUTER COMICS 1984-1987”, ed Antonio Glessi uno degli originali componenti del gruppo.

In questo libro vengono raccolti e ricreati, seguendo le procedure dell’epoca e successivamente migliorandone la resa tipografica, per la prima volta, i famigerati computer comics a 3-bit dei Giovanotti Mondani Meccanici (GMM), originariamente pubblicati su Frigidaire tra il 1984 e il 1987.

Questi fumetti dei Giovanotti Mondani Meccanici, erano realizzati mediante una primordiale tavoletta grafica con un Apple II da Antonio Glessi e caratterizzate dalla dimensione onirica delle sceneggiature di Andrea Zingoni, queste storie narrano delle surreali scorribande di una gang di loschi men in black, alter ego degli artisti, ora a spasso in una metafisica Firenze degli anni d’oro del Tenax, ora impegnati a togliere la scena a personaggi come Dracula e Giulio Cesare.

Francesco Spampinato, perché questo libro?

“Questo libro è una raccolta di tutti i ‘Computer Comics’ che sono stati realizzati da Giovanotti Mondani Meccanici dall’84 all’87, che all’epoca furono pubblicati su Frigidaire, rivista di culto che è rimasta nel tempo, ma non hanno mai circolato in altro modo, ne sono mai stati raccolti insieme.  L’ho fatto per farli conoscere alle nuove generazioni, per fare capire quale sia stato il grande impatto e la produzione dei GMM, in quegli anni e negli anni a venire in particolar modo”.

“La cosa che mi ha sempre interessato del loro lavoro, è il rapporto con la tecnologia e nello specifico con il personal computer, in un momento chiave della nostra storia cioè il momento in cui il personal computer entrò nelle nostre case, l’84, che è l’anno in cui i GMM incominciarono a produrre questi ‘Computer Comics’, è anche l’anno in cui arriva sul mercato il computer Macintosh, che venne presentato da Apple con lo slogan “The computer for the rest of us”, come a stabilire un passaggio epocale da quella che era l’utilizzo dei computer, prima utilizzati nelle banche, negli uffici e nelle università, e che invece diventava il computer come lo conosciamo noi adesso cioè computer legato le nostre attività quotidiane”.

Antonio Glessi, chi erano i Giovanotti Mondani Meccanici?

“I GMM sono stati un gruppo di avanguardia che forse per primi hanno attraversando diversi ambiti espressivi, cavalcando le nuove tecnologie del momento. Nel lavoro dei GMM ci sono un po’ tre anime: quella del computer fumetto con la grafica molto acerba, molto grossolana e primitiva; po c’è l’approccio pop con personaggi classici come per esempio il Conte Dracula; ed infine il sottofondo musicale originale perché nel gruppo era coinvolto anche un noto personaggio musicale degli anni 80, Alexander Robotnick, che creava le colonne sonore questo proposito”.

“Giovanotti Mondani Meccanici COMPUTER COMICS 1984-1987”, pubblicato da Prima o Mai + NERO Editions, si può comprare per due mesi, fino al 6 febbraio soltanto, e poi non sarà mai più disponibile o ristampato.

L'articolo Giovanotti Mondani Meccanici COMPUTER COMICS ’84-’87 proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi