Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia

Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia

Il tratto di strada interessato è all’altezza di Magliano, pericoloso perchè il guard rail si interrompe in più punti. L’uomo, orginario di Roma, si è giustificato dicendo di accusare un malessere.

Stava viaggiando su una Mercedes a 228 chilometri orari sull’Aurelia, all’altezza di Magliano (Grosseto). Ma il telelaser della polizia stradale di Orbetello ha fotografato la sua targa. All’uomo, 50 anni, di Roma, la polizia ha ritirato la patente per sei mesi e lo ha multato di 1.000 euro. La strada era libera e l’automobilista ha premuto il gas raggiungendo quella velocità in un tratto dove il limite è di 90 km orari.

Il tratto è considerato ad alto rischio, con il guard-rail che si interrompe in più punti. Gli agenti non erano lì per caso e stavano attuando un ‘dispositivo a reticolo’, un piano che ogni giorno impegna gli equipaggi della Polstrada in Toscana alla ricerca sia di automobilisti poco virtuosi che di delinquenti. I poliziotti si sono stropicciati gli occhi quando hanno visto che il display dell’apparecchio segnava 228 di velocità. L’auto, 3.500 di cilindrata, stava percorrendo oltre 63 metri al secondo. Il conducente si è giustificato dicendo avere un malessere. Negli ultimi giorni la Polstrada di Grosseto con il telelaser ha contestato 53 infrazioni al codice delle strada, ritirando 34 patenti e togliendo quasi 300 punti.

L'articolo Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi