Il Ministro Franceschini visita la Collezione d’arte dell’ Ente Cassa di Risparmio di Firenze

Il ministro, ‘’Apprezzamento per l’apertura di questo tesoro alla città’’

Il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini ha visitato stamani la raccolta d’arte dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze esposta per la prima volta, con le sue opere più preziose, nella sede della fondazione che per l’occasione è aperta al pubblico. E’ il significato del progetto ‘In collezione. Un percorso d’arte dal XIII al XX secolo’ che prosegue fino al 15 gennaio (via Bufalini 6 – Firenze – ingresso e visita guidata gratuiti solo su prenotazione – Tel. 055 5384001 incollezione@entecrf.it).

Il ministro, accompagnato dal Presidente dell’Ente Cassa Umberto Tombari, dal Direttore generale Gabriele Gori e da Carlo Sisi, Direttore Commissione Tecnica Arte dell’Ente Cassa, si è soffermato sulle opere più significative distribuite lungo il percorso e si è informato sulle caratteristiche della raccolta che vanta circa 900 opere tra dipinti e sculture, oltre a diverse migliaia di disegni e litografie degli artisti Pietro Annigoni e Luciano Guarnieri, ha un valore patrimoniale che ammonta a circa 36 milioni di euro ed è ritenuta una delle più importanti tra quelle appartenenti a fondazioni di origine bancaria italiane. Tra le opere più pregiate due tavolette su fondo oro di Giotto e il grande tondo di Filippino Lippi oltre a dipinti di Perugino e Vasari, di pittori macchiaioli e naturalisti come Giovanni Fattori, Odoardo Borrani, e Eugenio Cecconi, fino ai protagonisti del Novecento come Lorenzo Viani, Giovanni Colacicchi, Primo Conti, senza tralasciare la serie di vedute di Firenze eseguite tra il XVII e il XIX secolo.

Il ministro ha espresso il suo ‘’apprezzamento per l’apertura alla città di questo ‘tesoro’’’ e si è complimentato con i vertici della Fondazione per aver promosso l’iniziativa.

La giornata di oggi coincide con l’iniziativa ‘Invito a Palazzo’, promossa annualmente dall’ABI (Associazione Bancaria Italiana) e con la IV edizione della Giornata internazionale delle Fondazioni condivisa da ACRI (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio), che prevede aperture e visite guidate nelle sedi storiche degli istituti associati.

La collezione è visitabile, in maniera completamente gratuita, fino al 15 gennaio solo su prenotazione e con visite guidate a numero chiuso il sabato (ore 10:00, 11:00, 16:30, 17:30), la domenica e nei giorni festivi (ore 10:00, 11:00, 15:30, 16:30, 17:30) telefonando allo 055 5384001 oppure scrivendo a incollezione@entecrf.it

I commenti sono chiusi