Il primo ‘Vivalto’ con nuovo sistema di videosorveglianza, Ceccarelli: “Più qualità e più sicurezza”

FIRENZE - "Non solo in Toscana c'è una forte impegno per il miglioramento della qualità del servizio, che è in costante crescita. E' in atto un grande sforzo anche per garantire la massima sicurezza ai viaggiatori". L'assessore a trasporti e infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli, commenta così la notizia, diffusa oggi da Trenitalia, dell'entrata in servizio del primo treno "Vivalto" di seconda generazione dotato di telecamere e monitor, che supporteranno l'innovativo sistema tecnologico di videosorveglianza live che consente di trasmettere sui monitor le immagini delle telecamere di ogni carrozza.

"Tutti i trenta treni Vivalto di seconda generazione che svolgono il servizio regionale in Toscana – ricorda Ceccarelli - saranno dotati, entro il febbraio 2018, del nuovo sistema di videosorveglianza live. Questo già accade sui 16 nuovi treni Jazz ed entro il 2018 dovrebbe essere disponibile su un totale di circa 100 treni in Toscana. Questa – conclude - è la concreta attuazione dell'impegno assunto da Trenitalia con la Regione e nell'ambito della "cabina di regia" sulla sicurezza".

I commenti sono chiusi