Impruneta (FI): coppia uccisa in casa, sospettato figlio

Impruneta (FI): coppia uccisa in casa, sospettato  figlio

Un uomo e un donna, anziani, sono stati trovati morti nella loro casa a Impruneta (Firenze). Secondo quanto si apprende dai carabinieri si tratta di un presunto duplice omicidio verosimilmente maturato in ambiente familiare.

A fare la scoperta è stato un altro figlio dell’uomo che, non ricevendo risposte, è andato a casa del padre all’impruneta, trovandolo morto così come la donna che conviveva con lui. Entrambi presenterebbero ferite da arma da taglio.

I due avevano entrambi 69 anni:  Osvaldo Capecchi, originario di Rossano Calabro (Cosenza) e la compagna  Patrizia Manetti, nata a Firenze nel 1949,  vivevano con il figlio  in via Longo a Impruneta (Firenze). Il decesso risalirebbe alla notte scorsa, stando ai primi accertamenti: su entrambi corpi sono stati rilevati segni di arma da punta e da taglio.
Con la coppia viveva un figlio dell’uomo, che avrebbe problemi psichiatrici

L’uomo, che si era allontanato in auto è’ stato trovato poco dopo. Secondo quanto spiegato dai carabinieri  è stato rintracciato nei pressi di un boschetto a Calenzano (Firenze), comune dove, lungo il tratto  dell’A1, era stata trovata abbandonata la sua auto. Da quanto appreso era in stato confusionale e non avrebbe opposto resistenza.
Il 43enne  è stato poi portato alla caserma del comando provinciale dell’Arma a Firenze per essere interrogato: gli inquirenti spiegano che si devono effettuare una serie di accertamenti per stabilire “se effettivamente l’uomo abbia avuto responsabilità
nel duplice omicidio”.

L'articolo Impruneta (FI): coppia uccisa in casa, sospettato figlio proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi