In funzione terzo radar meteo, monitorata tutta la costa toscana

FIRENZE - Da oggi tutta la costa toscana sarà monitorata potendo così seguire l'evoluzione dei sistemi di precipitazione che arrivano dal mare e interessano la nostra regione. E' entrato in funzione infatti anche il nuovo radar meteorologico in banda X installato di recente a Castiglione della Pescaia che controllerà la costa meridionale, lo specchio di mare antistante la Maremma e la parte a sud dell'Elba.

Il nuovo arrivato è stato presentato stamani nel corso del convegno "La rete osservativa regionale per il nuovo sistema di allertamento di Protezione Civile", organizzato dal Consorzio LaMMA in collaborazione con il Comune di Castiglione della Pescaia, evento finale del progetto Proterina-Due, finanziato nell'ambito programma Italia-Francia "Marittimo 2007-2013 e incentrato sulla previsione dei rischi naturali.

Grazie alla sollecita risposta del Comune di Castiglione, che è riuscito in un mese a dare tutte le autorizzazioni necessarie, il radar, di ultima generazione, è stato installato in poco più di un mese e si unisce a quelli già presenti a Livorno e all'Isola d'Elba.

Risponde in questo modo alla necessità di ampliare la rete osservativa della Regione Toscana sul mare (da dove proviene la maggior parte delle precipitazioni che interessano la regione) entrando a far parte del "mosaico radar transfrontaliero", in cui confluiranno i dati di tutti i partner garantendo così il monitoraggio di un'ampia area del Tirreno tra Toscana, Sardegna, Corsica e Liguria.

"I cambiamenti climatici ci mettono di fronte a eventi straordinari con sempre maggior frequenza – ha detto l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - Per questo le attività di monitoraggio, sorveglianza e comunicazione sono strumenti fondamentali per prevenire e gestire situazioni di emergenza. La Regione ha recentemente rinnovato il sistema di allerta meteo regionale, che si avvale delle competenze del Consorzio Lamma e del ServIzio idrologico regionale, introducendo alcune importanti modifiche in linea con i criteri stabiliti dal dipartimento nazionale di protezione civile. Il potenziamento della rete di osservazione regionale attraverso nuove e più avanzate tecnologie guarda ancor più nella direzione di una maggiore previsione e prevenzione del rischio e di un miglior flusso di informazioni fra tutti coloro che compongono la rete di protezione civile".

"Abbiamo accolto con grande favore l'installazione – spiega il vice sindaco di Castiglione della Pescaia Elena Nappi -Visti gli eventi meteorologici che si sono abbattuti sul nostro territorio negli ultimi anni, crediamo che questa rete di previsione di rischi naturali sia una forma di prevenzione efficace per il monitoraggio delle emergenze e un sistema puntuale per una tempestiva informazione. Questo sistema di prevenzione ed informazione ci consentirà inoltre di prevedere con anticipo utile le condizioni meteorologiche capaci di provocare allerta".

Nel corso del convegno sono state illustrate le novità introdotte grazie a Proterina-Due nella rete osservativa della Regione Toscana, gestita dal Centro Funzionale Regionale, che è stata integrata e potenziata grazie all'acquisto di diversi strumenti di misura e sensori come nivometri e idrometri. Inoltre, il nuovo sistema di allertamento regionale, si è arricchito di nuovi strumenti per le sale operative territoriali (radio, server) in grado di assicurare le comunicazioni anche in assenza di rete telefonica e/o internet e migliorare il flusso informativo della Protezione civile.

I commenti sono chiusi