In Toscana la musica entra nelle scuole e diventa una rete culturale

FIRENZE – In una platea riempita da tanti studenti e da tanta musica, il progetto Remuto (Rete Musica Toscana) è sbarcato a Livorno nello storico teatro Goldoni. Ad accoglierlo erano presenti, oltre ai responsabili del progetto e a dirigenti scolastici, l'assessore regionale all'istruzione Cristina Grieco e la vicesindaco Stella Sorgente "alla quale va il mio particolare ringraziamento per aver reso possibile la realizzazione di questa bella giornata in questa importante sede teatrale", ha sottolineato Grieco.

 

La Rete Musica Toscana si è costituita nel 2009, ed è formata da istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Il suo obiettivo è la promozione della cultura e pratica musicale, la valorizzazione delle professionalità dei docenti, l'ampliamento delle opportunità offerte agli studenti, di costruzione di esperienze formative di qualità, coniugate all'idea di accrescere le competenze organizzative a livello territoriale.

 

Insieme all'Orchestra scolastica regionale toscana, nata dalla selezione dei dieci licei musicali toscani e delle scuole secondarie di primo grado ad indirizzo musicale, si sono esibite alcune delle scuole che hanno partecipato al progetto: tra le altre il liceo Niccolini Palli ( musicale coreutico), la scuola Mazzini e la Borsi di Livorno. Il variegato programma è spaziato da Mozart a Brahms, da Gershwin fino a Morricone e Rota.

I commenti sono chiusi