Infrastrutture, Rossi a Roma per discutere di E78, ferrovia Pontremolese e Bretella di Piombino

FIRENZE - Mattina di riunioni dedicate al potenziamento della rete infrastrutturale per il presidente della Toscana Enrico Rossi, che oggi a Roma, al Ministero delle infrastrutture, ha partecipato a tre incontri con il viceministro Riccardo Nencini. Presente, assieme a Rossi, anche l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli e il presidente di Logistica Toscana Vanni Bonadio.

"Anche oggi siamo tornati al Ministero per le infrastrutture dal viceministro Nencini - ha detto Rossi - sono stati incontri proficui dato che il Governo si è impegnato a reperire le risorse per finanziare il primo lotto Geodetica-Gagno della Bretella di Piombino, come previsto anche dagli accordi già sottoscritti, e per il lotto 0 della Siena-Grosseto nell'ambito del corridoio E78".

"Altri impegni per il potenziamento infrastrutturale sono arrivati, questa volta da RFI, in un successivo incontro al quale, oltre a Nencini, hanno partecipato gli assessori delle Regioni Liguria ed Emilia Romagna. Rete ferroviaria italiana si è impegnata a verificare la possibilità di ripresa degli investimenti sulla linea ferroviaria ponteremolese. Inoltre si è deciso di costituire una piattaforma per il Corridoio Tirrenico che, oltre al completamento e all'ammodernamento dell'infrastruttura stradale, preveda anche investimenti sulle ferrovie. L'Italia, non solo la Toscana, ha bisogno di un corridoio stradale e ferroviario sul mare". 

I commenti sono chiusi