Internazionalizzazione piccole e medie imprese, si apre oggi il bando

FIRENZE – Un aiuto alle Pmi toscane per farsi conoscere all'estero. Si apre oggi (scadenza il prossimo 31 maggio) il bando approvato dalla Regione, rivolto alle micro, piccole e medie imprese, per agevolare la realizzazione di progetti di investimento per l'internazionalizzazione in attuazione del POR CReO Fesr 2014-2020. La misura (che la Regione attiva dal 2008) per la prima volta si rivolge anche alle imprese turistiche e non soltanto a quelle del manifatturiero. In totale vengono messi a disposizione quasi 1,5 milioni di euro, con un impegno regionale a raggiungere la quota stabilita pari a 5 milioni di euro per l'anno in corso.

"Presentarsi in maniera efficace sui mercati internazionali – spiega l'assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo – è elemento essenziale per ogni impresa moderna. Estendere un bando come questo, che negli anni ha sempre riscosso un ottimo successo, anche alle imprese che operano in campo turistico è un segnale importante che la Regione vuol dare ad un settore che reputo di importanza primaria".

Destinatarie sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o aggregata, ovvero reti temporanee di impresa (Rti), reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), consorzi e società consortili. Nelle forme aggregate le imprese coinvolte devono essere almeno tre.

Tra le attività e spese ammissibili ci sono quelle per la partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale, di promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all'estero, servizi promozionali, supporto specialistico all'internazionalizzazione e all'innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati. Tra gli eventi fieristici ammissibili figurano fiere e saloni internazionali da svolgersi in Paesi esterni all'UE, ma anche la partecipazione a fiere e saloni nell'ambito dell'UE, Italia compresa, che abbiano rilevanza internazionale.

Le domande vanno presentate esclusivamente online, attraverso la piattaforma gestionale di Sviluppo Toscana.

Bando e informazioni

 

I commenti sono chiusi