Internet festival di Pisa al via, gli appuntamenti della Regione

FIRENZE - E' il giorno del via per l'Internet festival di Pisa. Tanti gli appuntamenti e gli eventi da non perdere nei quattro giorni di festival e molti di questi coinvolgono, direttamente o indirettamente la Regione Toscana e i suoi assessori.

Tra gli appuntamenti centrali, quello di sabato 10 ottobre alle 11,  quando si discuterà di come enti e istituzioni possono aiutare l'innovazione in Italia: un appuntamento, all'Sms Biblio, a cui parteciperà l'assessore all'innovazione e ai sistemi informativi Vittorio Bugli. Il punto di partenza sarà offerto da un libro bianco presentato dall'incubatore di impresa Digital Magics. L'assessore interverrà anche al dibattito che ci sarà su internet, l'agenda digitale e la pubblica amministrazione (giovedì 8 ottobre dalle 15.30 alle 17, Cinema teatro Lux) e all'iniziativa sulla Toscana digitale e le imprese (venerdì 9 ottobre, dalle 15 alle 17, Sms Biblio).

La Regione Toscana sarà inoltre protagonista di un evento pensato per raccontare un modo diverso di fare comunicazione pubblica e per raccontare storie di buona comunicazione. Lo farà con Giovanisì, il progetto per l'autonomia dei giovani partito a giugno del 2011 con interventi in aiuto di chi vuole andare a vivere da solo e di chi cerca un lavoro o un tirocinio retribuito, di chi vuole mettere su un'impresa o dedicare dieci mesi al servizio civile. L'appuntamento sarà sabato 10 ottobre dalle 15 alle 16 presso la Scuola Normale di Pisa.

L'assessore all'ambiente Federica Fratoni  interverrà invece venerdì 9 ottobre alle 10.30, nell'aula magna della Scuola superiore Sant'Anna, dove si parlerà di dissesto idrogeologico e prevenzione e di come le tecnologie e la rete di internet possono venire in soccorso.

Ma in molti altri appuntamenti, distribuiti nei quattro giorni di festival saranno rappresentate tematiche e esperienze connesse a ciò che avviene nella nostra regione: si parlerà delle regole per costruire nuovi spazi virtuali e di come i big data stanno cambiando molti settori; si discuterà di  musica digitale e start up, delle nuove frontiere del giornalismo, di robot che aiutano le persone disabili a vivere meglio ma anche di come una app, un'applicazione o un portale possono aiutare a migliorare e semplificare il rapporto tra pubblica amministrazione, imprese e cittadini.

 

I commenti sono chiusi