Internet Festival, sotto la Loggia si potranno attivare le carte sanitarie

FIRENZE - Nei giorni dell'Internet Festival a Pisa, dall'8 all'11 ottobre, si potranno attivare la tessere sanitarie, che tutti hanno a casa o nel portafoglio ma in pochi ancora utilizzano per tutte le opportunità e i servizi che offrono. Lo si potrà fare sotto ancora la Loggia dei Banchi, rivolgendosi ad operatori delle Asl lì per questo oppure facendolo da soli attraverso un totem telematico. 

Sono circa 3 milioni e 700 mila le tessere sanitarie in Toscana, una per residente. Quelle attività sono però ancora solo due milioni e 70 mila, poco meno del 56 per cento.

I toscani usano la carta prevalentemente per accedere al fascicolo sanitario: soprattutto per ritirare o semplicemente visualizzare i referti degli esami di laboratorio. Altri la utilizzano per verificare la propria posizione economica e i ticket da pagare oppure per autocertificare esenzioni o fasce di reddito. Ma molti altri sono gli usi che si possono fare della tessera: anche, ad esempio, accedere al 730 precompilato per la dichiarazione dei redditi, senza chiedere all'Inps o all'Agenzia delle entrate ulteriori password e credenziali di accesso. 

Open Toscana ti ricorda le scadenze
Con l'Internet festival arriverà anche una novità che riguarda Open Toscana, l'innovativa  piattaforma che la Regione ha inaugurato l'anno scorso per rendere ancora più snello e facile il rapporto con la pubblica amministrazione e l'accesso on line a molti servizi, comodamente da casa o da qualunque luogo con il proprio telefonino o tablet.

Open Toscana nei giorni dell'Internet festival si arricchirà infatti di un servizio automatico di notifica,  notifiche di servizio e notifiche per interesse, per tutti gli utenti che si sono autenticati: si parte con pagamenti e scadenze, poi entro l'anno si aggiungeranno altre opportunità. Facciamo l'esempio del bollo auto: il sistema annoterà il pagamento e lo ricorderà a ridosso della successiva scadenza. La notifica riguarderà anche alcuni ticket sanitari. Una sorta di nodo al fazzoletto,  automatico  e telematico. La stessa piattaforma potrà essere utilizzata per la mensa a scuola - qualche Comune è già partito – e per le comunicazioni che arriveranno dagli uffici della Regione e dalle altre pubbliche amministrazioni  toscane. 

I commenti sono chiusi