Investimenti, spesa pubblica e ripresa della crescita. Un convegno il 12 maggio

FIRENZE -  C'è un nesso che tiene insieme la crescita economica da un lato e gli investimenti e la spesa pubblica dall'altro. Il tema sarà al centro del convegno dal titolo "Investimenti pubblici e riforma della spesa" organizzato per venerdì 12 maggio a Palazzo Medici Riccardi a Firenze dall'Irpet, l'istituto toscano di programmazione economica, e dalla Regione Toscana con il patrocinio della Città metropolitana di Firenze, l'Anci Toscana (associazione dei Comuni), Aisre, Sipotra e Itaca.

L'appuntamento è in sala Pistelli dalle 14.30 alle 17.30. L'incontro si aprirà con i saluti del direttore dell'Irpet Stefano Casini Benvenuti, dell'assessore al bilancio e alle finanze della Toscana Vittorio Bugli e del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani.

Di investimenti e spesa pubblica parlerà la ricercatrice dell'Irpet Patrizia Lattarulo assieme all'economia Carlo Cottarelli, attualmente direttore esecutivo del Fondo monetario internazionale ma per dodici mesi, tra il 2013 e il 2014, commissario alla spending review del governo italiano. Ne discuteranno anche Alberto Zanardi, docente dell'università degli studi di Bologna  e membro dell'ufficio parlamentare di bilancio, e Alessandro Petretto, professore dell'Università di Firenze e presidente del Comitato scientifico di Irpet.

L'economia italiana necessita sempre più urgentemente di una ripresa degli investimenti: il bisogno è evidente. Ma l'efficacia delle misure intraprese – dal superamento del patto di stabilità agli interventi previsti nell'ultima legge di bilancio nazionale – dipende anche dall'entrata a regime delle riforme strutturali avviate.

La seconda parte del pomeriggio sarà dedicata alla riforma dei contratti pubblici e il riordino della cosiddette stazioni appaltanti, ovvero di chi bandisce e gestisce gli appalti. Da un'alta frammentazione il sistema va riconfigurandosi attorno a soggetti aggregatori, centrali uniche di committenza e stazioni appaltati qualificate. Si attendono effetti sulla razionalizzazione della spesa e gli effetti, ancora non del tutto esplorati, dipenderanno anche dei tempi della fase di transizione. 

Interverranno Giuseppe Gori per l'Irpet, la responsabile dei contratti pubblici della Regione Toscana Ivana Malvaso, Pierdanilo Melandro di Itaca, Paolo Berno per la città metropolitana, Giovanni Forte come dirigente dell'Unione dei comuni della Valdera e Alberto Cucchiarelli di Anac. 

I commenti sono chiusi