«Investire sui talenti una priorità per la Regione»

«Investire sui cervelli e sui talenti è per la Regione una priorità perché siamo convinti che far crescere il nostro capitale umano sia il miglior modo per uscire dalla crisi e innescare uno sviluppo di qualità.

 

Non possiamo quindi non apprezzare l'iniziativa di tre prestigiose istituzioni accademiche che uniscono le loro forze per favorire l'inserimento dei propri allievi nel mercato del lavoro. Oltre ad essere uno strumento prezioso per l'occupazione di tanti giovani e un'opportunità eccezionale per il mondo delle imprese, questo servizio contribuisce a stringere legami fra due realtà che, a volte, sembrano distanti: quella della ricerca teorica e dell'università e quella del lavoro e del mondo produttivo».

Con queste parole l'assessore all'istruzione, formazione e lavoro Gianfranco Simoncin i è intervenuto alla presentazione del consorzio UJ Career and Placement Services, frutto della sinergia fra Scuola Normale di Pisa, Scuola Sant'Anna di Pisa, Institutions markets technologies Alti studi di Lucca (Imt Alti studi), oggi in Palazzo Strozzi Sacrati.

L'assessore ha ricordato l'impegno della Regione per incentivare la ricerca e l'alta formazione e per trovare sbocchi professionali adeguati per i giovani laureati o dottorandi. In particolare grazie al Fondo sociale europeo viene destinato un finanziamento regionale di 5 milioni di euro, ogni anno, per progetti condivisi fra Università e privati.

Fra gli strumenti che si stanno potenziando a questo scopo, anche gli scambi formativi con altre regioni europee, tirocini e stage in scuole, università straniere ed aziende.

I commenti sono chiusi