La Fiera agricola mugellana, 8-11 giugno, tra novità e tradizione

FIRENZE - Novità e tradizione si mescoleranno in maniera ancora più decisa rispetto agli scorsi anni nella XXXVII edizione della Fiera Agricola Mugellana che si terrà a Borgo San Lorenzo dall'8 all'11 giugno. Tante le novità, proposte con un'attenzione particolare soprattutto nei confronti dei prodotti del territorio. Sarà un'edizione basata sulla qualità e sulla promozione della filiera corta e della diffusione delle buone pratiche. Nuovi saranno gli spazi, sia nelle dimensioni, aggiungendo al Foro Boario una parte di Corso Matteotti e Piazza del Popolo, sia nell'organizzazione, con una razionalizzazione degli spazi a seconda delle categorie merceologiche.

Cuore della manifestazione sarà come sempre il Foro Boario, dove gli oltre 140 espositori presenti proporranno le ultime novità per il mondo dell'agricoltura, del giardinaggio e dell'allevamento e dove come sempre sarà possibile trovare la mostra di animali di allevamento e da cortile. L'edizione 2017 della FAM, ospiterà anche quest'anno la Mostra Interregionale della Razza Limousine, un convegno tecnico di apertura dedicato all'allevamento ed ai progressi scientifici in materia, la presentazione, a Villa Pecori Giraldi, di un libro sul tortello mugellano ed il suo disciplinare, a cura dell'Accademia della Cucina ed uno di Legambiente sulla storia e lo sviluppo attuale della vecchia strada Flaminia Militare ancora percorsa sulla dorsale appenninica mugellana. Sarà ampliata la parte tecnica, sia quella riguardante macchine agricole ed i prodotti per l'agricoltura e l'allevamento, sia quella delle eccellenze della produzione agricola e dell'allevamento a livello regionale con l'attenzione rivolta in particolare alle aziende agricole locali ed alle produzioni a Km zero. Ed in tal senso la XXXVII edizione della FAM, offrirà un ristorante interno basato proprio sui prodotti del territorio, che saranno poi acquistabili in fiera.

"Una fiera di rilevanza più che regionale, che taglia un traguardo ragguardevole, quello del 37esimo anno, spiega l'assessore regionale all'agricoltura, Marco Remaschi. Ma non è tanto questo l'aspetto che conta, se pure importante, quanto la qualità che qui viene espressa, la capacità di rappresentare un'idea del territorio e un'idea del fare agricoltura che è il vero "modello toscano". Mi riferisco all'unione, che qui è ben radicata, sia istituzionale che del mondo agricolo in generale, e alla consapevolezza che è possibile fare qualità se pure in un territorio montano difficile, dove anche i costi sono più elevati, ma dove si riesce a chiudere bene la filiera tra allevamenti e produzioni agricole e la vendita diretta al pubblico. Il sindaco Omoboni menziona anche la responsabilità di inserire nelle mense i prodotti del territorio, dando un contributo importante alla messa in atto di una filiera di qualità e all'educazione al gusto dei ragazzi, facendo entrare nell'ambito delle famiglie un consumo consapevole. Ed è proprio questo lo spirito con cui vogliamo valorizzare le tipicità toscane. Nella fiera mugellana si trova molto di tutto questo: il mondo allevatoriale è rappresentato ai massimi livelli, ci sono grandi progetti di innovazione e nel convegno di apertura avremo modo di sentire interventi anche di tecnici che daranno indicazioni non solo su quanto è stato fatto, ma sulle prospettive future per affrontare al meglio le nuove sfide. Su questo punto in particolare vogliamo impegnarci: capire come aiutare i nostri agricoltori e allevatori per valorizzare il frutto del loro lavoro - conclude Remaschi - e dunque creare più reddito per poter essere più competitivi sui mercati".

"La FAM è una delle manifestazioni più longeve del nostro territorio che ha raggiunto ormai una rilevanza di livello regionale e nazionale, ha commentato il sindaco di Borgo San Lorenzo e presidente dell'Unione Montana dei Comuni del Mugello, Paolo Omoboni. Ci sarà una parte rilevante di approfondimento per addetti ai lavori ma la Fiera Agricola Mugellana rappresenterà soprattutto una vetrina delle eccellenze del nostro territorio. Un format consolidato, che mette al centro proprio la qualità delle nostre produzioni, con una novità importante rappresentata dall'ampliamento dell'area della fiera verso il centro per ribadire la vicinanza ed un'identità forte della Fiera rispetto al Mugello. Quattro giorni quindi, conclude Omoboni, per avvicinarsi al mondo dell'agricoltura ma soprattutto per degustare i grandi prodotti del nostro territorio, partendo dalla carne e dal latte; eccellenze del Mugello che negli ultimi anni sono cresciute da un punto di vista sia della qualità che dell'innovazione."

Nel programma da segnalare venerdì 9 la dimostrazione di caseificazione e mungitura (la presenza di Mukki, anche per valorizzare il latte di alta qualità prodotto nel territorio è confermata), esibizioni di cani da pastore ed eventi che coinvolgeranno i più piccoli e gli addetti ai lavori. In tal senso va sottolineata anche la presenza in Fiera degli spazi dedicati alle scuole superiori mugellani, il Giotto Ulivi ed il Chino Chini. Sabato 10 spicca fra le iniziative il Festival della Limousine, con la sfilata dei campioni delle mostre interregionali nel centro storico, con premiazione in Piazza Dante, esibizione dei Maggiaioli e degustazione di prodotti tipici. Proprio l'allargamento a Corso Matteotti e Piazza del Popolo, creando un trait d'union, con il centro storico borghigiano, voluto insieme al Centro Commerciale Naturale Nel Borgo e Confesercenti, è una delle novità più interessanti di questa edizione, e sarà uno spostamento saporitissimo, visto che l'intera area sarà destinata alle specialità enogastronomiche. 
 

La Fiera Agricola Mugellana, che si conferma una delle più longeve manifestazioni del settore della Toscana, unendo tradizione ed innovazione, nasce grazie al Comune di Borgo San Lorenzo, con la gestione di A.R.A. Toscana e la collaborazione di numerose realtà del territorio, sarà inaugurata giovedì 8 maggio nel pomeriggio, alla presenza di autorità e dei rappresentanti delle varie componenti che contribuiscono alla continua crescita della manifestazione.

I commenti sono chiusi