La Toscana gioca la carta del turismo sportivo. A ottobre l’Ultra Trail della Maremma

FIRENZE - Di corsa nei boschi e nel parco regionale della Maremma: un modo diverso per promuovere le bellezze toscane. Il primo Ultratrail maremmano si correrà nel fine settimana tra il 30 settembre e il 2 ottobre. Oggi è stato presentato a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, dopo essere stato raccontato in anteprima anche a Berlino un mese fa in occasione dell'annuale borsa del turismo.

 

Il turismo sportivo e attivo è in crescita: 8 milioni di presenze nel 2015 sui 44 milioni di turisti arrivati in Toscana (novanta, se si considerano le strutture non ufficiali) e dunque percentuali importanti. Per il 2016 gli eventi per di più sono cresciuti del 30 per cento e la Regione ha deciso di investirci. Toscana Promozione, l'agenzia dedicata al turismo, ha infatti creato un contenitore specifico: corse nei boschi, trekking ed attività all'aperto incastonate nel più tipico paesaggio da sogno toscano. L'idea è questa, la domanda pare sostenuta e l'Ultrail del Parco della Maremma già si è conquistato un posto importante, ben rappresentativo di quel mondo. "Correrre nelle emozioni", non casualmente, è lo slogan scelto.

 

"Si tratta di una manifestazione dalle grandi potenzialità – sottolinea l'assessore al turismo della Toscana, Stefano Ciuoffo -. Può infatti aiutare ad allungare la stagione turistica ed attrarre nuovi visitatori sul territorio. Dobbiamo destagionalizzare alcuni nostri flussi turistici e quello del turismo attivo e sportivo può risultare un segmento strategico, con evidenti ricadute positive sull'economia locale".

 

La corsa del Parco della Maremma, 62 chilometri con la partenza dei primi atleti alle sei di mattina, si svolgerà tutta all'interno dell'area protetta, dalla spiaggia ai boschi dei monti dell'Uccellina, con un dislivello importante e paesaggi mozzafiato. Secondo la presidente del parco regionale Lucia Venturi, che subito ha sposato l'idea, attività sportiva e valorizzazione dei territori possono tranquillamente convivere con la conservazione della biodiversità e della natura. "Una migliore conoscenza del parco accresce anzi la consapevolezza dell'importanza della sua conservazione" ha spiegato ai giornalisti. E poi le presenze saranno contingentate: non più di un migliaio tra atleti e accompagnatori. Saranno tre giorni di corse e passeggiate, ma anche iniziative collaterali in tutti e tre i comuni della comunità del parco, ovvero Grosseto, Magliano in Toscana e Orbetello. Dunque appuntamento nel primo settimana di ottobre.

 

Hanno già confermato la presenza atleti importanti, come racconta Paolo Coli a nome di tutto il Trail Team Maremma. Ci sarano infatti il marocchino Mohamad Ahansal, cinque volte vincitore della Marathon des Sables, Fillippo Salais e Alberto Tagliabue. La gara è comunque aperta a tutti, anche se non per tutti. Inoltre accanto alla 62 chilometri, dove al massimo potranno essere cento i partecipanti, ci saranno un percorso più breve di 23 chilometri e due passeggiate: una di 45 chilometri in due giorni che attraversa tutto il territorio del parco e l'altra di dieci decisamente alla portata di tutti. Ci si può iscrivere sul sito www.utpmtuscany.com/index.php/utpm/  Saranno organizzate anche visite guidate con le scuole elementari, laboratori e seminari in cui si parlerà di sport, stili di vita e buona alimentazione. C'è anche una app realizzata per l'occasione – App Utpm, disponibile per Android e Ios – realizzata coinvolgendo un liceo scientifico e due istituti tecnici.

I commenti sono chiusi