La Toscana investe sui beni culturali: stanziati oltre 2,7 milioni di euro per i territori

FIRENZE - La Giunta Regionale ha destinato oltre 2,7 milioni di euro per finanziare un pacchetto di interventi di valorizzazione dei beni culturali che vanno a consolidare progetti in territori considerati strategici per le politiche regionali in tema di conservazione e qualificazione di spazi e luoghi destinati alla fruizione della cultura.

 

"Abbiamo perseguito con grande determinazione – commenta la vicepresidente con delega alla cultura, Monica Barni - l'obiettivo di reperire queste risorse da destinare ad interventi su beni culturali che richiedono l'avvio dei cantieri con estrema urgenza, al fine di assicurarne la pubblica fruizione e l'attività di costante valorizzazione. Le altre azioni completano interventi su complessi architettonici strategici per lo sviluppo delle politiche culturali territoriali, già oggetto di attenzione da parte della Regione".

 

Sei gli interventi urgenti finanziati con i fondi regionali: Palazzo Mediceo del Comune di Seravezza, Rocca Ariostesca a Castelnuovo di Garfagnana, Rocca di San Silvestro nel Comune di Campiglia Marittima, le mura di Massa Marittima, l'auditorium di Torrita di Siena ed il Castello Pasquini di Rosignano.

 

Altri tre sono gli interventi di restauro e valorizzazione ritenuti strategici per l'area di riferimento in relazione al servizio culturale svolto e alle ricadute da un punto di vista economico e sociale finanziati con risorse residue statali: il complesso monumentale Villa La Magia IV lotto di Quarrata, le mura di Lucca e il Museo delle statue stele di Pontremoli.

 

La Regione effettuerà ricognizioni nei territori per destinare eventuali risorse aggiuntive residue.

I commenti sono chiusi