La World Bank a Firenze a scuola di paesaggio

FIRENZE - Dal 26 giugno al 2 luglio un gruppo di funzionari della World Bank di Washington sarà a Firenze per partecipare ad un corso di alta formazione sul paesaggio chiesto dalla stessa World Bank e organizzato dal Laboratorio per il Paesaggio ed i Beni Culturali della Scuola di Agraria in collaborazione con l'Osservatorio del Paesaggio della Regione Toscana. Sarà un vero e proprio ‘viaggio' nel paesaggio rurale della Toscana quello che i funzionari della Banca Mondiale intraprenderanno, alternando lezioni in aula a escursioni e laboratori. La delegazione della World Bank visiterà alcuni luoghi simbolo della Regione: dai terrazzamenti in pietra di Lamole, a Greve in Chianti, cuore della produzione del Gallo Nero, e ancora il parco del Paesaggio Apenninico di Moscheta, a Firenzuola in Mugello, iscritto nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici. In queste aree i funzionari incontreranno gli imprenditori e le istituzioni locali, per capire come nella tutela del paesaggio possano integrarsi fattori economici, sociali ed ambientali. Il tour formativo si sposterà poi anche in Liguria per un focus sul parco nazionale delle Cinque Terre.
 
La World Bank ha recentemente strutturato un proprio 'ufficio paesaggio' e per questo ha maturato l'esigenza di formare figure professionali sempre più specializzate sul tema e il corso che si terrà nei prossimi giorni rappresenterà solo l'inizio di un percorso formativo più strutturato e ambizioso, che farà di Firenze la capitale della didattica e della formazione dedicata al settore del paesaggio rurale. "La scelta della Toscana come sede del corso di alta formazione della Wold Bank – spiega il presidente dell'Osservatorio regionale del paesaggio Mauro Agnoletti - è un riconoscimenmto a Firenze come luogo di eccellenza per la formazione di funzionari che operano in tutto il mondo riguardo al tema del paesaggio. Dal prossimo anno verrà infatti istituito un corso di formazione di livello internazionale, realizzato dall'Università di Firenze e dall'Osservatorio regionale sul paesaggio in collaborazione con World Bank e FAO".
 
Il rettore dell'Ateneo fiorentino Luigi Dei saluterà i funzionari della World Bank aprendo il worshop inaugurale del corso, la mattina del 26 giugno. Mercoledì 28, invece, sarà l'assessore regioanle al paesaggio Vincenzo Ceccarelli ad incontrare i corsisti e illustrare loro le azioni portate avanti dalla Toscana per tutelare e al tepo stesso valorizare il proprio patrimonio paesaggistico. Il programma della settimana di studi partirà dalle azioni attivate in Toscana in tema di paesaggio per poi spaziare su aspetti nazionali ed intervìnazionali, come il codice per i beni culturali, l'Osservatorio del paesaggio rurale del Ministero dell'Agricoltura, la Convenzione europea del paesaggio ed i programmi della FAO e delll'UNESCO .

I commenti sono chiusi