L’acqua per creare alla nuova edizione di Artigianato e palazzo. Da domani a domenica15 maggio al Giardino Corsini

Si rinnova, da domani a domenica 15 maggio, l’appuntamento con ARTIGIANATO E PALAZZO, manifestazione dedicata all’artigianato di qualità giunta alla sua XXII edizione, che, per commemorare il cinquantesimo anniversario della Grande Alluvione di Firenze del 1966, propone una riflessione creativa sull’acqua, causa di distruzione e dolore ma da sempre simbolo di creazione e rinascita. La manifestazione è realizzata col determinante contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Per la prima volta gli ideatori e promotori Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani hanno scelto di offrire un tema agli espositori: intorno all’acqua è infatti costruito il percorso espositivo della Mostra, con dei dischi turchesi che faranno da filo conduttore nella visita. Ispirandosi all’acqua, alla sua limpidezza e versatilità ma anche ai riflessi di luce generati dal suo scorrere flessuoso, gli artigiani allestiscono i loro stand, creando manufatti unici e organizzando dimostrazioni dal vivo di come utilizzano l’acqua nei vari processi di lavorazione. Cornice unica e magistrale le limonaie e gli angoli verdi del seicentesco Giardino Corsini.

Tra le tantissime iniziative ed evento che si svolgono durante la rassegna si segnalano i laboratori creativi per piccoli dai 6 ai 12 anni promossi dall’ Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte che si svolgono tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30. I bambini possono partecipare a corsi di decorazione e lavorazione della carta, doratura del legno, sbalzo, creazione di accessori e profumi, realizzati con la collaborazione del servizio didattico del Museo Horne, del progetto  Let’s Work Artisans! Junior, di Atelier degli Artigianelli e delle aziende artigiane Maselli bottega d’arte, Giusto Manetti Firenze, Mazzanti Piume, Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, Penko Bottega Orafa.

 

Arrtigianato

 

I commenti sono chiusi