Lavoro: il 5 luglio sciopero settore lapideo per rinnovo contratto

Lavoro: il 5 luglio sciopero settore lapideo per rinnovo contratto

Venerdì 5 luglio sciopero per tutta la giornata dei lavoratori toscani del settore lapideo-industria, con manifestazione regionale a Carrara.

La protesta è stata indetta da Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil a causa dello stallo nelle trattative con Confindustria Marmo macchine e Anepla per il rinnovo del contratto nazionale scaduto lo scorso 31 marzo e, si spiega, “per alcune proposte delle stesse controparti che i sindacati giudicano ‘inaccettabili'”. In Toscana il rinnovo del contratto del comparto lapideo interessa circa 3000 lavoratori.

In una nota i sindacati spiegano che “quello del 5 luglio a Carrara è il primo passo di una mobilitazione nazionale sulla vertenza”. I segretari di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil della Toscana, Giulia Bartoli, Simona Riccio ed Ernesto D’Anna, definiscono poi “gravissima l’assenza fisica e politica degli industriali del territorio di Carrara al tavolo delle trattative nazionali.

Non si capisce se sia una strategia degli industriali nazionali o una propria volontà di lasciare ad altri territori la decisione di determinare scelte importanti per il settore del marmo. Inoltre, l’unica data proposta per il prossimo incontro dagli industriali è il 18 luglio, quattro mesi dopo l’ultimo incontro svolto in ristretta, evidenziando un atteggiamento dilatorio rispetto ai tempi per il rinnovo contrattuale che produce un evidente ed inaccettabile danno nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori e troppo a ridosso del periodo feriale, non utile a determinare un rinnovo del Contratti in tempi adeguati”.

L'articolo Lavoro: il 5 luglio sciopero settore lapideo per rinnovo contratto proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi