Lavoro, tra luglio e agosto recuperati 39 mila posti. Rossi: “Toscana meglio dell’Italia”

FIRENZE - L'economia toscana si conferma in ripresa e vede crescere i suoi posti di lavoro. La dinamica positiva, già evidenziata a settembre, si rafforza con l'ultima rilevazione Istat appena pubblicata. Sono stati recuperati nuovi occupati e diminuiscono i disoccupati.

"Un buon segnale – commenta il presidente della Toscana, Enrico Rossi -. Miglioriamo i nostri indicatori del mercato del lavoro e lo facciamo meglio dell'Italia nel suo complesso". Il che non era scontato, come sottolineano gli stessi addetti ai lavori, visto che la Toscana aveva sofferto meno la recessione rispetto ad altre regioni. "Certo – precisa Rossi – le rivelazioni Istat sono telefoniche, ma registrano comunque e con tutta evidenza una tendenza al recupero".

I numeri, forniti dall'Istat ed elaborati dall'ufficio regionale di statistica che ha aggiornato le serie storiche toscane, pubblicati oggi sul sito della Regione, raccontano infatti che nel terzo trimestre del 2015 (rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente) c'è stato un saldo positivo di 39 nuove mila unità di lavoro contro le 30 mila registrate nei tre mesi precedenti: da 1 milione e 551 mila occupati che c'erano negli stessi mesi del 2014 si è passati a 1 milione e 590 mila. Da luglio a settembre i posti di lavoro sono cresciuti in Toscana del 2,5 per cento. In tutta Italia ne sono stati recuperati la metà (+1,1%), contando complessivamente 247 mila nuove unità.

Anche sull'andamento del tasso di disoccupazione si intravede un raggio di sole: arretra dello 0,5% rispetto al terzo trimestre del 2014 e si conferma stabile rispetto all'8,5 per cento che era stato segnato tra aprile e giugno. La media italiana è di due punti percentuali più alta (10,6%).


Per approfondire:
I dati e le serie storiche aggiornate sul sito della Regione

 

I commenti sono chiusi