Liberato lo stabile di via Panciatichi occupato abusivamente È il 42esimo sgombero da inizio mandato

Liberato lo stabile di via Panciatichi occupato abusivamente È il 42esimo sgombero da inizio mandato

d41846 24 Ottobre 2018

Gli assessori Funaro e Gianassi: “Anche stavolta, grazie al lavoro di tutti, abbiamo dimostrato che vanno tenuti insieme i principi della legalità e della solidarietà”

Si allunga la lista degli sgomberi degli immobili cittadini occupati abusivamente: stamani a partire dalle 8.30 circa sono iniziate le operazioni di liberazione dello stabile (occupato da circa 200 persone) all'incrocio tra via Panciatichi e via Vasco de Gama che in passato aveva ospitato l'ufficio Firenze 2 dell'Agenzia delle Entrate. 
È la 42esima struttura liberata da inizio mandato.
Le operazioni si sono svolte tranquillamente senza disordini e senza l’uso della forza. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato, i carabinieri e le pattuglie della polizia municipale insieme ai servizi sociali del Comune, gli operatori della Caritas e la protezione civile. 
“Ringraziamo le forze dell’ordine, la polizia municipale, gli operatori della Caritas, i nostri servizi sociali e la protezione civile che sono intervenuti per eseguire le operazioni di sgombero e valutare particolari situazioni di fragilità delle persone che si trovavano all’interno dell’immobile - hanno dichiarato gli assessori Sara Funaro e Federico Gianassi - anche stavolta abbiamo ottenuto un grande risultato prima di tutto nell’interesse dei cittadini del quartiere con cui, in questi mesi, abbiamo tenuto rapporti stretti. Questo risultato dimostra che vanno tenuti insieme i principi della legalità e della solidarietà”.
Tra le persone che occupavano l'immobile sono stati accolte le situazioni di fragilità: circa 40 bambini con le famiglie, 5 casi sanitari e 10 soggetti deboli, ospitati nelle strutture ordinarie.
“Dal momento che quest’anno, per erogare un servizio sempre migliore, abbiamo deciso di sperimentare un servizio di accoglienza invernale diffuso sul territorio in varie strutture – ha aggiunto l'assessore Funaro – tra le varie soluzioni abbiamo scelto di utilizzare temporaneamente, in via del tutto straordinaria, anche la foresteria Pertini, a Sorgane, dove saranno accolte le persone fragili, in particolare i minori”.
Lo sgombero si sta concludendo con la messa in sicurezza dell’immobile e la chiusura di tutti gli accessi. (fn)

I commenti sono chiusi