Maltempo ed eventi agosto 2015, Rossi: “La Regione ha fatto la sua parte”

FIRENZE – A un anno dal nubifragio che nell'agosto scorso colpì Firenze distruggendo il parco dell'Anconella e dell'Albereta e provocando seri problemi alle case e alle aziende di quella zona, la Regione ripercorre i passaggi compiuti per richiedere il riconoscimento dei danni.

"La Regione ha fatto la sua parte fino in fondo. Ha proclamato lo stato di emergenza regionale e ha scritto al Governo chiedendo la proclamazione di quello nazionale per gli eventi di Firenze, di Massa del 10 agosto, di Pisa, Grosseto e Siena del 24 e 25 agosto".

Il presidente Enrico Rossi ricorda le azioni della Regione riguardo gli eventi calamitosi che colpirono la Toscana un anno fa.

"Dopo quella richiesta – prosegue Rossi - il Dipartimento nazionale della Protezione civile ha fatto le sue verifiche, nella fattispecie ha fatto un sopralluogo con i suoi tecnici all'Anconella, ma la decisione del Governo è stata quella sancita dalla delibera del novembre 2015: ha riconosciuto lo stato d'emergenza nazionale solo a Siena e non alle altre città, compresa Firenze".

E infatti la delibera del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2015, riconoscendo lo stato d'emergenza solamente per gli eventi del 24 agosto nella provincia di Siena, è stata seguita dall' ordinanza del Dipartimento di Protezione Civile del 19 novembre 2015 che ha stabilito l'assegnazione dei contributi.

I commenti sono chiusi