Marco Di Maggio duo, rock’n’roll e una chitarra strabiliante

Marco Di Maggio duo, rock’n’roll e una chitarra strabiliante

A Siena, giovedì 27 dicembre, allospazio live di Cacio & Pere l’unico artista italiano eletto “membro onorario” della Rockabilly Hall of Fame americana Marco Di Maggio. Musica live, dj set di Michele Landi, e una mostra di strumenti musicali del periodo beat targata Suono60. Inizio ore 20. Ingresso libero

Protagonista il chitarrista Marco Di Maggio, esponente di punta della scena rock’n’roll internazionale e considerato dalla stampa specializzata come uno tra i migliori chitarristi mondiali, che, in duo con Matteo Giannetti (contrabbasso), proporrà un repertorio che spazia dal rockabilly al country, dal blues, allo swing, al fingerstyle. Di Maggio è attualmente l’unico artista italiano eletto membro onorario della prestigiosa Rockabilly Hall of Fame americana. Riconosciuto e consacrato dalla stampa specializzata quale virtuoso della 6 corde, a Siena si esibisce in un duo dal sound travolgente, dove la chitarra di Marco Di Maggio spara note a velocità supersonica, sostenuta da Matteo Giannetti, contrabbassista/bassista tra i più apprezzati del momento, che produce un tappeto ritmico capace di sostituire le percussioni.

L’esibizione live sarà anticipata da Michele Landi, musicista ed appassionato di strumenti d’epoca, che proporrà il suo Vinyl Beat djSet, appuntamento unico nel suo genere che permette di rivivere i sixties fra musica e arte.

All’interno del locale infatti, un singolare allestimento dove elementi di arredo e arti visive raccontano gli anni ‘60, proporrà “#Suono60”, una mostra di rarissimi strumenti musicali di quegli anni, il tutto accompagnato dal suono dei vinili selezionati dallo stesso Michele Landi.

Inizio ore 20.00 con Vinyl Beat djSet, a seguire (ore 22.00) live del Marco di Maggio Duo. Ingresso libero. Prenotazioni e informazioni: 0577 1510727 – 3316420975

L'articolo Marco Di Maggio duo, rock’n’roll e una chitarra strabiliante proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi