‘Marine della Toscana’ alla conquista dell’Europa

‘Marine della Toscana’ alla conquista dell’Europa

🔈Firenze, sarà il salone nautico ‘Boot Düsseldorf’ la prima tappa ufficiale del tour internazionale 2020 di promozione di Marine della Toscana, il consorzio nato da pochi mesi per promuovere in modo unitario le marine e i porti della regione sui principali mercati esteri.

Al salone nautico internazionale in Germania, in programma dal 18 al 26 gennaio prossimi, il neonato raggruppamento si presenterà agli operatori grazie al supporto della Regione Toscana che ha finanziato un progetto di internazionalizzazione.

Dopo una prima presenza, lo scorso novembre, all’Ice di Vienna per una ricognizione nel mondo dei charter e la partecipazione a Düsseldorf, il consorzio andrà a proporsi sul mercato del Medio Oriente intervenendo al Dubai International Boat Show in programma a marzo (dal 10 al 14) negli Emirati Arabi Uniti. Marine della Toscana sarà poi presente anche agli appuntamenti internazionali, ospitati in Toscana, la prossima primavera: YARE, evento business B2B dedicato al refit e all’aftersales del settore superyacht (18/20 marzo a Viareggio) e la quarta edizione del Versilia Yachting Rendez-vous (28/31maggio sempre a Viareggio). La strategia di internazionalizzazione prevede, inoltre, l’apertura temporanea di uno show-room dedicato allo Yacht Club in occasione del Mon aco Yacht Show di Montecarlo (23/26 settembre 2020), oltre alla preparazione di tutti i materiali promozionali, del sito e della campagna di comunicazione.

Il Consorzio ha fra i propri obiettivi prioritari la promozione anche all’estero, sotto il brand Toscana, del meglio delle realtà del diporto turistico della regione, nell’ottica dello sviluppo di un turismo innovativo ed integrato, in grado di competere con quello offerto dalle strutture al di là dei confini italiani. Strategia che la Regione ha già adottato con il progetto di promozione integrata Costa Toscana | Isole Toscane che coinvolge le cinque province costiere (Massa, Lucca, Pisa, Livorno e Grosseto) e ne valorizza singole specificità e tipicità. Il tutto con l’obiettivo di perseguire un ulteriore sviluppo del turismo nell’area costiera attraverso la definizione di itinerari tematici e integrati che rendano possibile sia una destagionalizzazione dell’offerta sia il superamento, attraverso la sinergia, della competizione interna tra i singoli territori in modo da affrontare sempre meglio la concorrenza dei competitor nazionali e internazionali.

Del Consorzio, fanno già parte Marina Cala de’ Medici SpA, società che gestisce l’omonimo Porto turistico di Rosignano, la società cooperativa L’Ormeggio di Marina di Salivoli, Yacht Broker che opera all’interno del Porto di Viareggio, Porto Azzurro all’Isola d’Elba e La Chiusa di Pontedoro di futura realizzazione per accrescere la capacità di accogliere megayacht nell’area di Piombino. A queste 5 marine, si aggiungeranno altre importanti realtà toscane che rappresentano eccellenze dello yachting nel territorio toscano.

L’annuncio è stato fatto in conferenza stampa a Palazzo Strozzi Sacrati dall’assessore regionale alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo, dal presidente del Consorzio Italo Ratti e dal direttore generale del consorzio Pietro Angelini.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Italo Ratti e Pietro Angelini:

L'articolo ‘Marine della Toscana’ alla conquista dell’Europa proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi