Meningite C, un nuovo caso. L’assessore Saccardi rinnova l’appello: “Vaccinatevi”

FIRENZE - "Un nuovo caso di meningite C in Toscana, a Firenze. E io voglio rinnovare l'appello, già ripetuto nelle precedenti occasioni, a vaccinarsi a quanti rientrano tra le categorie per le quali la vaccinazione è prevista, tra l'altro gratuitamente. Ultimamente si è registrato un calo delle richieste di vaccinazione contro il meningococco C. Ora, con questo nuovo caso, è prevedibile che le richieste salgano di nuovo". Dopo il nuovo caso di meningite da meningococco C, che ha colpito a Firenze un uomo di 26 anni, ricoverato prima a Santa Maria Nuova, poi a Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri, l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi ripete ancora il suo appello a vaccinarsi. "La vaccinazione è l'unico strumento efficace. Vaccinarsi è un modo per proteggere se stessi e quanti ci stanno intorno. Io stessa ho fatto il vaccino, un mese fa. Ora tutte le Asl si sono attrezzate per rafforzare la campagna di vaccinazione e fare i vaccini rapidamente, accorciando i tempi tra la prenotazione e la somministrazione del vaccino. Anche ai medici chiedo di nuovo di fare la loro parte, e vaccinare i propri pazienti".

Con l'ultimo caso di Firenze, sono in tutto 35 i casi meningite in Toscana dall'inizio del 2015: 29 da meningococco C; 4 da meningococco B; 1 del ceppo w; 1 non noto.

Al 31 ottobre (le rilevazioni sono mensili) le vaccinazioni effettuate in Toscana erano in tutto 179.410: 102.639 nella fascia di età 11-20 anni; 76.771 nella fascia 21-45.

Sul sito della Regione Toscana, tutte le informazioni sulla Campagna contro il meningococco C varata dalla Regione: le misure straordinarie di profilassi e prevenzione, l'indicazione delle persone alle quali il vaccino è offerto gratuitamente, il rinvio alle pagine delle varie Asl.

 

I commenti sono chiusi