Meningite, varate stamani dalla giunta le nuove misure straordinarie

FIRENZE - Vaccinazione gratuita contro il meningococco C per tutti i residenti nell'Asl Toscana centro, a qualsiasi fascia di età appartengano. Riduzione del ticket da 58,23 a 45,52 euro per gli over 45 che risiedono nelle altre due Asl, Toscana nord ovest e sud est. Avvio dei protocolli di ricerca coordinati da Ars e Iss per lo studio dei casi e l'individuazione dei portatori sani. Queste le novità rilevanti (peraltro già annunciate) contenute nella delibera approvata stamani dalla giunta, che va sotto il titolo "Prevenzione della diffusione del meningococco C in Toscana. Ulteriori interventi per la promozione della vaccinazione e per lo studio e l'analisi delle possibili cause". Per queste nuove misure è stata prenotata la cifra di 10.020.200 euro.

Queste misure vanno ad aggiungersi a quelle già varate nei mesi scorsi dalla giunta, che fanno parte della campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C, e saranno valevoli fino al 30 settembre 2016. Fin dai primi mesi del 2015 si è registrato in Toscana un significativo aumento di casi di meningite da meningococco C, che ha interessato soprattutto l'area nord della regione, in particolare la Asl Toscana centro, dove risulta concentrato più del 70% delle segnalazioni dall'inizio del 2015, con casi anche nelle fasce di età più adulta. Una situazione straordinaria, che ha richiesto, appunto, misure straordinarie, alcune delle quali concordate anche con ministero della salute, Istituto superiore di sanità e Agenzia italiana del farmaco, nell'incontro di martedì scorso.

"Come Regione Toscana - ha detto l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - abbiamo messo in campo tutte le misure, le energie e le risorse necessarie per far fronte a questa che, ripeto ancora una volta, non è un'epidemia, ma comunque una situazione straordinaria. Tutti i cittadini che lo vorranno potranno vaccinarsi, in questa settimana sono in arrivo 350.000 dosi di vaccino. Ancora una volta chiedo la collaborazione di medici di famiglia e pediatri".

Queste tutte le misure (vecchie e nuove: le nuove sono evidenziate in neretto) adottate dalla Regione Toscana per favorire la promozione della vaccinazione e monitorare l'andamento della campagna vaccinale:

  1. offerta gratuita, su richiesta, della vaccinazione contro il meningococco C nelle Aziende USL  Toscana Nord Ovest e Toscana Sud Est - alle persone nella fascia di età dai 20 anni compiuti al compimento dei 45 anni
  2. offerta gratuita, su richiesta, della vaccinazione contro il meningococco C nell'Azienda USL Toscana Centro oltre i 20 anni compiuti
  3. offerta gratuita su tutto il territorio regionale  della vaccinazione contro il meningococco C,  alle persone che hanno frequentato la stessa comunità in cui si è verificato un caso di sepsi/meningite da meningococco C  
  4. offerta gratuita, su richiesta, della vaccinazione contro il meningococco C agli studenti fuori sede delle Università presenti sul territorio toscano (non residenti e privi di domicilio sanitario in Toscana) previa presentazione di un documento di iscrizione valido per l'anno in corso
  5. offerta, su richiesta, della vaccinazione contro il meningococco C con la compartecipazione al costo della spesa secondo il tariffario, alle persone non residenti in Toscana e prive di domicilio sanitario, che frequentano in modo continuativo il territorio toscano (per esempio, motivi di lavoro), previa presentazione della documentazione che attesti la presenza ricorrente o continuativa sul territorio toscano
  6. coinvolgimento dei medici di medicina generale e pediatri di famiglia
  7. modifica della tariffa della prestazione "Vaccinazione antimeningococcica" attualmente fissata in €  58.23, riducendola a € 45,52
  8. approvazione di 2 protocolli di studio coordinati dall'Agenzia regionale di sanità della Toscana con la collaborazione dell'ISS: il protocollo per lo "studio retrospettivo e prospettico dei casi di malattia batterica invasiva da meningococco C in Toscana" e il protocollo per "l'indagine di prevalenza nella popolazione toscana di portatore sano di Neisseria Meningitidis"
  9. istituzione di un gruppo di lavoro operativo regionale per il coordinamento ed il monitoraggio delle misure disposte

Proseguono normalmente (indipendentemente quindi dalla campagna straordinaria) le vaccinazioni gratuite contro il meningococco C previste dal calendario vaccinale: e cioè la vaccinazione routinaria per i nuovi nati; la vaccinazione per i soggetti a rischio individuati nel calendario vaccinale; la vaccinazione a tutti i ragazzi di età compresa tra 11 e 20 anni (ovvero dagli 11 anni compiuti al compimento del 20° anno di età), anche se mai vaccinati o già vaccinati nell'infanzia.

I vaccini disponibili

Ieri mattina sono arrivati nei magazzini dell'Estar 150.000 vaccini, che già da ieri pomeriggio sono stati distribuiti alle aziende. Altre 200.000 dosi arriveranno domani: 100.000 di vaccino tetravalente (ACWY) e 100.000 di vaccino monovalente (C). In questa settimana, dunque, saranno in tutto 350.000 le dosi di vaccino disponibili. Intanto, Aifa sta lavorando per reperire sul mercato altre dosi di vaccino, come concordato nell'incontro della settimana scorsa al ministero.

I casi aggiornati ad oggi

Ad oggi sono 12 i casi di meningite che si sono verificati in Toscana nel 2016: 10 da meningococco C, 1 da meningococco B, 1 W. Nel 2015 si sono registrati 38 casi: 31 ceppo C, 5 ceppo B, 1 ceppo W, 1 non tipizzato. Le morti dall'inizio del 2015 sono 10: 9 riconducibili al gruppo C (3 delle quali dall'inizio del 2016), 1 al gruppo B.

Vai alla Campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C

I commenti sono chiusi