Migranti: a Siena visite gratuite per richiedenti asilo

Migranti: a Siena visite gratuite per richiedenti asilo

Per il progetto ‘Un patrimonio di tutti’ che mira ad inclusione sociale sono previste visite ed incontri di formazione di insegnati e operatori culturali

L’arte e il patrimonio culturale di Siena come sinonimi d’integrazione e inclusione sociale. E’ l’obiettivo del progetto ‘Un patrimonio di tutti. Incontri interculturali nella città di Siena’ al via da giovedì 19 ottobre per diffondere la conoscenza e la consapevolezza del ricco patrimonio artistico e culturale nei cittadini di origine straniera residenti in Italia.

L’idea, all’interno del progetto MuSST (Musei e sviluppo di sistemi territoriali), finanziato dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e curato dalla Pinacoteca Nazionale di Siena – Polo Museale della Toscana, “nasce dalla consapevolezza che, se per le seconde generazioni il contatto con il patrimonio culturale può avvenire attraverso la scuola, sono molti gli adulti di origine straniera che non conoscono i principali musei e siti della città di Siena, per il persistere di barriere alla visita di tipo linguistico, comunicativo e culturale” si legge in una nota degli organizzatori.

Il progetto partirà con un incontro dedicato alla formazione di insegnanti e operatori culturali e museali con Simona Bodo, Silvia Mascheroni e Maria Grazia Panigada, tra le maggiori esperte in Italia dei rapporti tra patrimonio culturale e educazione interculturale. Nel mese di novembre, poi, la Pinacoteca Nazionale realizzerà due percorsi di visita tematici per l’associazione Siena Perù (12 novembre) e per l’associazione Rumeni a Siena e Amici (26 novembre).

Il filo conduttore delle visite sono i temi del MuSST, paesaggio e vita quotidiana. All’interno del progetto anche un’iniziativa dedicata ai richiedenti asilo dal titolo ‘L’arte che accoglie’. Le attività prenderanno il via tra novembre e dicembre e sono progettate in collaborazione con Oxfam Italia Intercultura, associazione LiMo e Circolo Arci Blue Train, Poggibonsi, organizzazioni che a Siena e in provincia gestiscono strutture di accoglienza e corsi di lingua per richiedenti asilo, provenienti da Burkina Faso, Mali, Ghana, Siria e altri Paesi.

Gli operatori culturali collaboreranno con i docenti dei corsi di italiano seguiti dagli ospiti per la sperimentazione di percorsi di scoperta del patrimonio nel complesso di Santa Maria della Scala, luogo storicamente dedicato all’accoglienza.

L'articolo Migranti: a Siena visite gratuite per richiedenti asilo proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi