Migranti: in attesa di asilo scoprono altre religioni

Migranti: in attesa di asilo scoprono altre religioni

I richiedenti asilo di fede musulmana vanno alla scoperta delle altre religioni presenti a Firenze e il primo incontro, con i cattolici, si è tenuto ieri al seminario vescovile di Fiesole.

Si tratta di un progetto della Cooperativa Il Cenacolo, aderente al Consorzio Co&So, che mira all’integrazione passando attraverso la religione. L’obiettivo è quello di incontrare tutte e 13 le religioni presenti nel territorio. Alla fine di questo percorso sarà organizzato un grande incontro di preghiera interreligiosa a Fiesole. “Abbiamo voluto fortemente quest’occasione – dice Davide Delle Cave, coordinatore della Cooperativa Il Cenacolo – perché siamo convinti che il rispetto e l’accettazione delle altre fedi religiose passi necessariamente dalla conoscenza e dalla condivisione delle stesse”. Un progetto che ha riscontrato anche il plauso della prefettura di Firenze.

Il gruppo di ‘pellegrinaggio’ è formato da sei richiedenti asilo che arrivano dalla Costa D’Avorio, Gambia e Guinea, tutti di fede musulmana. “Siamo felici di poter partecipare a questa iniziativa – dice Oumar Sanogo, capo gruppo – l’idea di conoscere le altre religioni è bellissima”. Gli immigrati hanno prima fatto alcuni incontri di studio della religione cattolica poi sono andati a visitare il seminario vescovile di Fiesole. Il prossimo appuntamento è con gli Hari Krishna.

L'articolo Migranti: in attesa di asilo scoprono altre religioni proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi