Minacce al sindaco di Marradi, la solidarietà del presidente Rossi

FIRENZE – Solidarietà al sindaco di Marradi Tommaso Triberti, bersaglio di un nuovo atto di intimidazione – un proiettile incastrato tra lo sportello e lo specchietto retrovisore dell'auto di servizio - dopo aver ricevuto già in passato, sia in Comune che a casa, diverse lettere anonime con minacce. E' quanto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha voluto esprimere, con un messaggio al primo cittadino di Marradi.

"Troppe volte in questi anni abbiamo dovuto manifestare la nostra vicinanza ad amministratori pubblici che, anche nella civile Toscana, sono fatti oggetto di minacce e intimidazioni", sottolinea Rossi. "Nell'esprimere tutta la mia solidarietà al sindaco di Marradi voglio affermare ancora una volta che mai e poi mai atti del genere possono essere giustificabili. Purtroppo uno degli effetti di questa crisi pare essere un brutto vento di demagogia e risentimento anche nei confronti di chi ogni giorno lavora con passione e impegno, spesso tra mille difficoltà, al servizio delle nostre comunità. E in tutto questo dobbiamo registrare anche episodi come quello di Marradi. Agli inquirenti toccherà accertare i fatti, a tutti noi fare in modo che si ristabiliscano pienamente i valori della tolleranza e del dialogo".

I commenti sono chiusi