Mobilità sostenibile, la Toscana punta su cicloturismo ed escursionismo

FIRENZE - Valorizzare e promuovere sentieri, antiche vie e modermi itinerari per incentivare cicloturismo ed escursionismo, esempi concreti di un modo sostenibile di spostarsi e viaggiare.  Con questo obiettivo la Giunta toscana, in linea con quanto annunciato dal presidente Rossi nel suo elenco di 25 punti da realizzare entro i primi 100 giorni di Governo, ha approvato la nascita di un coordinamento regionale che si occuperà della mappatura, realizzazione, gestione e mantenimento degli itinerari ciclabili ed escursionistici toscani.

Del coordinamento, che sarà una vera e propria cabina di regia, faranno parte rappresentanti delle Direzioni mobilità ed attività produttive (con il contibuto anche delle Direzioni Ambiente e Urbanistica). Sarà il luogo in cui le politiche regionali per la mobilità e quelle per il turismo si fonderanno con il fine di favorire la promozione dell'escursionismo, del cicloturismo e la valorizzazione turistica degli itinerari ciclabili ed escursionistici.

"Crediamo nella mobilità sostenibile ed in un turismo  consapevole - hanno detto gli assessori regionali ai trasporti ed al turismo Vincenzo Ceccarelli e Stefano Ciuoffo, promotori della delibera - e stiamo lavorando per favorire sempre più sia i cittadini che sceglieranno di lasciare l'auto in garage per i loro spostamenti quotidiani, sia i turisti che visiteranno la nostra regione in modo slow, a piedi o in biciletta, per conoscere e comprendere al meglio l'essenza della Toscana".

"Utilizzare la bicicletta e il treno negli spostamenti - hanno clncluso gli assessori - significa rispettare l'ambiente ma anche aprirsi ad un contatto più diretto con il territorio. Scopo della Cabina di regia sarà valorizzare e promuovere maggiormente i nostri itinerari, ma anche renderli più fruibili e fare in modo che viaggiatori e cittadini li raggiungano facilmente".

Questa delibera prosegue l'impegno della Regione per sviluppare una mobilità più sostenibile. In questo senso la Toscana sta già facendo molto su molti fronti, primi tra tutti quello del potenziamento del servizio di trasporto pubblico su rotaia e quello dell'interazione tra treno e bicicletta.

Tra i provvedimenti più recenti ricordiamo il progetto "In bici col treno" che prevede un bonus regionale per l'acquisto di bici destinato ai pendolari ed una card per turisti che permetterà di viaggiare sul treno con la bici.

Per offrire il bonus acquisto bici per pendolari, che sarà di 150 euro, la Regione ha messo a disposizione 100mila euro proventi dalle penali a Trenitalia per l'acquisto di 700 biciclette pieghevoli. I pendolari che le utilizzeranno potranno trasportarle in treno gratis, senza alcuna limitazione di orario.

La card per cicloturisti, invece, avrà validità annuale e costerà 20 euro invece di 40 (per viaggiare nei week end e nei festivi) oppure 50 euro invece di 100 (se si sceglie la card valida tutti i giorni con esclusione delle fasce orarie 6-9 e 17-19). Per ottenere questa agevolazione la Regione mette a disposizione 200mila euro in 3 anni, anche in questo caso le risorse provengono dalle penali inflitte e Trenitalia. 

I commenti sono chiusi