Monica Barni a Sant’Anna di Stazzema. Da Regione sostegno a Parco della pace

FIRENZE - Esercitare la memoria, educare alla pace e alla non violenza. Sono questi i valori trasmessi dal lavoro quotidiano de Museo storico della Resistenza di Sant'Anna di Stazzema e rilanciati dalla drammatica testimonianza rappresentata dal monumento ai caduti della strage. Lo ha ricordato la vice presidente della Regione Monica Barni che ieri ha fatto visita a Sant'Anna di Stazzema, incontrando il sindaco Maurizio Verona ed il vicesindaco Egidio Pelagatti, oltre ad una delegazione di superstiti.
 
La vice presidente ha visitato la chiesa del paese, accompagnata dal sindaco e poi il Museo Storico della Resistenza, apprezzando il lavoro che ogni giorno viene svolto dagli operatori, in collaborazione con i superstiti. Monica Barni ha quindi, reso omaggio alle vittime della strage visitando l'Ossario e la lapide che riporta i nomi delle vittime.
 
"In particolare - ha sottolineato la vice presidente - vogliamo valorizzare importante lavoro svolto sui temi della memoria, della pace, dei diritti. Per questo non verrà meno l'impegno della Regione a sostegno del Parco Nazionale della pace, auspicando una rapida definizione del soggetto gestore. La volontà della Regione è quella di potenziare il ruolo di Sant'Anna di Stazzema nella rete dei luoghi della memoria europea".  
 
"E' stato un incontro particolarmente significativo", commenta il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona, "perché la Regione ci ha ribadito la volontà di investire su Sant'Anna di Stazzema come capitale morale della Toscana e luogo della memoria e di pace, garantendo sostegno non solo in termini economici alle attività del Parco Nazionale della pace che negli ultimi anni sono cresciute di livello e in quantità". 
 

I commenti sono chiusi