Montagna, Ciuoffo: “Estese alle Pmi alcune delle agevolazioni per le imprese colpite da calamità

FIRENZE – Estensione alle piccole e medie imprese, e non soltanto quelle del settore turistico, che operano nei comprensori sciistici toscani delle agevolazioni previste per le imprese colpite da calamità, in particolare per quanto riguarda il piano di rientro di eventuali finanziamenti regionali rimborsabili, concessi attraverso precedenti bandi. Lo stabilisce una delibera approvata oggi in giunta regionale.

"La situazione di difficoltà economica – spiega l'assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo - di molte aziende che operano in queste zone, causata soprattutto delle scarse precipitazioni nevose sono note. Con i sindaci e le associazioni di categoria abbiamo avuto numerosi incontri e stiamo cercando strumenti per alleviare la situazione di disagio. Questo intervento ovviamente non risolve il problema ma è un modo con il quale la Regione intende percorrere le strade di propria competenza per venire incontro alle istanze dei territori montani".

La delibera estende alle PMI dei comprensori della Garfagnana, della Montagna Pistoiese, dell'Amiata e dello Zeri le agevolazioni previste dalla delibera 1246 del dicembre 2014 (‘Nuove direttive per la concessione del beneficio della rimodulazione del piano di rientro o del differimento di rate alle imprese beneficiarie di aiuti rimborsabili'). In particolare nella fase di rimborso di finanziamenti a tasso agevolato concessi dalla Regione, l'impresa può presentare istanza di rimodulazione del piano di rientro o di differimento del pagamento per due volte (anziché una sola volta) con riferimento a due rate semestrali o quattro trimestrali o una annuale.

Merita ricordare infine che il prossimo 31 marzo scadrà il bando di aiuti in conto esercizio destinato agli operatori del settore sciistico per il miglioramento, ammodernamento, adeguamento e messa in sicurezza delle piste. Bando che mette a disposizione 500mila euro.

 

I commenti sono chiusi