Morta Cesira Pardini, scampata all’eccidio nazifascista di Sant’Anna di Stazzema

Morta Cesira Pardini, scampata all’eccidio nazifascista di Sant’Anna di Stazzema

Stazzema in provincia di Lucca, morta Cesira Pardini, scampata all’eccidio nazifascista di Sant’Anna di Stazzema, medaglia d’oro al merito civile per aver messo in salvo, quel 12 agosto 1944, due sue sorelline, Adele e Lilia e un altro bambino.

Cesira Pardini è morta a 96 anni, ed era sopravvissuta alla strage costata la vita a 560 ersone, e nella quale morirono la madre e altre due sorelle di Pardini, Maria, e Anna, quest’ultima a più piccola vittima della strage: aveva una ventina di giorni di vita.

A dare notizia della scomparsa il sindaco di Stazzema Maurizio Verona. “Ho appreso la notizia della scomparsa di un altra superstite dell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema”, scrive il primo cittadino su Fb: “Un caloroso abbraccio ai suoi familiari, e un enorme Grazie a Cesira per essere stata una ambasciatrice di Pace e di Memoria”.

Cesira Pardini aveva 18 anni quando si verificò la strage. Testimoniando al processo a Spezia davanti al tribunale militare per l’eccidio raccontò: “Mia madre era contro il muro, con” Anna “in braccio. Abbiate pieta’ almeno di questa creatura, ha gridato. Quello, era un italiano, ha estratto il revolver e glielo ha puntato alla testa. Mamma ha fatto appena in tempo a dirci di salvarci, di scappare. Si è aperta la porta del fondo. Ho preso l’Adele, la Lilia, ho buttato dentro la Maria, che era tutta a pezzi. Le cadeva un braccio, aveva una gamba staccata. Continuavano a mitragliare da tutte le parti, e noi siamo state immobili, in silenzio…”.

L'articolo Morta Cesira Pardini, scampata all’eccidio nazifascista di Sant’Anna di Stazzema da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi