Morte Di Nolfo, Rossi: “I suoi studi contributo prezioso”

FIRENZE - "Attraverso la sua opera di ricerca, meticolosa e appassionata, Ennio Di Nolfo ci ha aiutato a comprendere e ad interpretare il recente passato e il presente".

Così il presidente della Regione Enrico Rossi ricorda lo studioso di relazioni internazionali, per anni docente alla facoltà di scienze politiche Cesare Alfieri, scomparso oggi a Firenze. 

"I suoi studi hanno dato un contributo preziosissimo per capire - prosegue Rossi - dopo la fine della guerra fredda e in seguito alla crisi della supremazia statunitense, l'affermazione e l'evoluzione di un sistema di relazioni internazionali policentrico.  Altrettanto fondamentali sono state le analisi compiute sul ruolo dell'Europa unita e sulle questioni mediorientali".

"La sua scomparsa - conclude - lascia nella cultura italiana contemporanea un vuoto che sarà difficile colmare. Esprimo alla famiglia le mie più sentite condoglianze e la vicinanza della Regione Toscana".

I commenti sono chiusi