Musei, Rossi: “Queste nomine sono il segno del cambiamento”

 FIRENZE - "Queste nomine sono il segno del cambiamento". Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi valuta positivamente il metodo seguito per le nomine ai vertici dei musei pubblici italiani: "È stato seguito un metodo nuovo – evidenzia - che è andato oltre ogni provincialismo o lottizzazione. A tal punto che si può parlare, come qualcuno ha scritto, di vera e propria rivoluzione".  

"Da parte mia – prosegue - c'è l'apprezzamento per quel che ha fatto il ministro Franceschini e la massima fiducia nei nuovi dirigenti, a cui auguro buon lavoro. Dopodiché anche per loro ci sarà la prova sulle cose concrete, sui risultati che otterranno".  

Il presidente ringrazia il direttore degli Uffizi Natali "per il grande lavoro svolto" e augura buon lavoro alla toscana Eva Degli Innocenti che dirigerà il Museo archeologico nazionale di Taranto. Infine coglie l'occasione per chiedere un ulteriore rafforzamento nella collaborazione tra Ministero dei beni culturali e Regione dando pieno seguito al protocollo sottoscritto di recente e che prevede un lavoro congiunto per programmare gli investimenti nazionali e regionali e valorizzare così il patrimonio artistico presente in Toscana.    

I commenti sono chiusi