Nuovi poli per l’infanzia, Grieco: “Importante esperienza di continuità educativa 0-6 anni”

Cristina Giachi, Alessandra Maggi, Cristina Grieco
Cristina Giachi, Alessandra Maggi, Cristina Grieco

FIRENZE - Sono due i nuovi ‘centri educativi integrati sperimentali 0-6' di Firenze che accoglieranno bambini e bambine da tre mesi a sei anni in un'unica struttura in cui si svolgeranno, in modo integrato, le attività rivolte ai piccoli delle diverse fasce di età.

I due nuovi  poli per l'infanzia, che entreranno in attività a settembre - uno presso l'istituto degli Innocenti di Piazza Santissima Annunziata e l'altro in via Kaboto - sono stati presentati oggi a Firenze dall'assessore regionale a istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco, dalla vicesindaca con delega all'educazione Cristina Giachi e dalla presidente degli Innocenti Alessandra Maggi.

"Un'altra bella esperienza di continuità educativa 0-6, che siamo certi rappresenterà un modello di riferimento e che darà input importanti proprio al dibattito che si sta svolgendo a livello nazionale sulla legge attuativa della 107, la "Buona scuola" - ha detto l'assessore regionale Grieco, visitando il centro "la Girandola", realizzato recuperando e adeguando porzioni della sede dell'istituto degli Innocenti grazie anche a un contributo della Regione Toscana di 300.000 euro, ottenuto con la partecipazione al "Bando per la realizzazione di infrastrutture per i servizi per la prima infanzia e per la scuola dell'infanzia (0-6)".

"Siamo orgogliosi – ha aggiunto Grieco - che uno dei due nuovi poli nasca presso un istituto come quello degli Innocenti che costituisce un punto di riferimento indiscusso per la pedagogia e didattica dell'infanzia, curando con i suoi esperti sia il Centro regionale che quello nazionale di documentazione delle politiche sui servizi educativi per l'infanzia, e assegnando così al progetto un valore aggiunto significativo. Il modello basato sulla continuità educativa 0-6 sarà inoltre un'importante occasione di crescita e scambio di esperienze tra educatori e insegnanti dei due ordini di scuole".

«Nei ‘centri educativi integrati sperimentali 0-6' – ha sottolineato la vicesindaca Cristina Giachi – le attività sono realizzate congiuntamente per i bambini e bambine nelle diverse fasce di età con un unico progetto pedagogico e educativo; l'aspetto più rilevante di tale sperimentazione sta nel poter far svolgere attività in comune tra bambini e bambine in età 0-3 con quelli in età utile per la frequenza della scuola dell'infanzia. Tale aspetto è dirimente perché si possa parlare di una effettiva realizzazione di un Centro 0-6, non potendosi parlare di tale tipologia di servizio qualora si sia in presenza della mera ubicazione nella medesima struttura di un nido e di una scuola dell'infanzia».

Per la presidente Maggi "l'intreccio fra un'esperienza di un nuovo servizio e quella forte di ricerca e di studio sui temi dell'educazione infantile rappresenta un elemento di valore che rafforza ancora di più la qualità dell'offerta educativa sia regionale che del Comune di Firenze, ma anche un modo di contribuire a orientare le prospettive di attuazione del nuovo disegno di legge nazionale di rilancio del segmento 0/6».

I due nuovi poli

‘La Girandola' si sviluppa su circa 400 metri quadrati in una porzione della sede dell'Istituto degli Innocenti dove sono già presenti altri servizi per l'infanzia (i tre nidi Trottola, Biglia, Birillo e una scuola comunale per l'infanzia). Il centro integrato 0/6 inizierà la propria attività il prossimo settembre con un primo gruppo di 20 bambini per poi andare progressivamente a regime e arrivare ad accogliere un massimo di 64.

Il Trifoglio (che nasce sulla base di una struttura già esistente dove erano presenti sia un nido, il ‘Piccolo Naviglio', che una scuola dell'infanzia, l'Amendola) ne accoglierà complessivamente 95. I più piccoli (dai 3 ai 36 mesi di età) saranno 45 divisi in tre sezioni: 12 nella sezione piccoli gialla (3-12 mesi), 15 nella medi arancione (13-24 mesi) e 18 nella sezione grandi blu (25-36 mesi).

 

I commenti sono chiusi