Nuovo caso di meningite C, bambino ricoverato al Meyer

FIRENZE - E' stata confermata dal laboratorio di immunologia della AOU Meyer di Firenze la diagnosi di sepsi da meningococco di tipo "C" in un bambino di tre anni residente a Fucecchio che è attualmente ricoverato presso lo stesso ospedale Meyer.

Il bambino aveva accusato ieri febbre alta con convulsioni ed era stato ricoverato all'ospedale San Giuseppe di Empoli. Con l'aggravarsi della situazione  i sanitari hanno disposto l'immediato trasferimento all'ospedale pediatrico Meyer.

Il bambino è ora ricoverato in via precauzionale in terapia intensiva, ma la situazione clinica è stabile e per il momento tranquillizzante, anche perché era stato vaccinato contro il meningococco C nel 2014.

Come è noto, in una minima  percentuale di casi i vaccini possono non garantire la totale immunità dalle malattie. In genere, però, la vaccinazione fa sì che si abbiano forme più attenuate, o comunque con prognosi migliore di quella che si avrebbe se non vaccinati.  

L'Unità funzionale di Igiene Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell'ASL Toscana Centro – zona di Empoli - ha immediatamente attivato le procedure per la profilassi, e sta sottoponendo a copertura antibiotica le persone, peraltro già individuate, che negli ultimi otto giorni  hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con il bambino. Il numero di questi è per fortuna esiguo e non supera le trenta persone complessivamente.

Si ricorda che a scopo cautelativo e solo per maggiore sicurezza la  profilassi dei contatti dovrà essere eseguita anche se è già stata effettuata la vaccinazione contro il meningococco C.

Ecco dove rivolgersi per informazioni ed eventuale profilassi:

All'UFC Igiene e Sanità Pubblica,  via dei Cappuccini 79 – Empoli:
- telefono 0571704822 o cell. 3358469876 dalle ore 08.00 alle ore 17.00  dei giorni feriali
- telefono 3355216717 nei giorni prefestivi e festivi
- e-mail  malinfempoli@usl11.toscana.it
Ai propri medici di famiglia nei giorni e negli orari previsti
Ai punti di Guardia Medica.

Ha collaborato Daniela Ponticelli, coordinatore ufficio stampa azienda Usl Toscana centro.  
 




 

I commenti sono chiusi