Obiettivo occupazione: al via il nuovo sistema di collegamento tra studio e lavoro

FIRENZE - "La firma dei protocolli d'intesa sul cosiddetto sistema duale che abbiamo sottoscritto ieri a Roma col sottosegretario al welfare Luigi Bobba è un traguardo importante per migliorare le cifre dell'occupazione giovanile nel prossimo biennio - afferma la assessore toscana a istruzione e formazione Cristina Grieco, coordinatrice della Regione in materia - . Si apre la strada ad un sistema di formazione che consentirà in forme diverse una alternanza scuola-lavoro efficace attraverso l'uso di contratti di apprendistato nell'ambito del corso di studi".

Per finanziare l'avvio sperimentale del «sistema duale» il Governo prevede di replicare lo stanziamento di 87 milioni del 2015, per l'anno in corso. A questi si aggiungono i 189 milioni già previsti per l'istruzione e formazione professionale, ripartiti tra Regioni e Province autonome, sulla base del numero di studenti annualmente iscritti a tali percorsi e del numero complessivo di allievi qualificati e diplomati.

"L'apprendimento in impresa avverrà tramite un contratto di apprendistato di primo livello, mentre per il resto saranno introdotte forme di alternanza scuola-lavoro a partire dal secondo anno dell'iter di istruzione e formazione professionale - aggiunge Grieco -. Vogliamo rafforzare il ruolo dell'apprendistato di primo e terzo livello,con l'obiettivo di combattere la dispersione scolastica e ampliare l'offerta formativa".

I commenti sono chiusi