Orbetello: Regione consulta comitati scientifico e di sorveglianza per ricerca soluzioni

FIRENZE - "Nell' immediato far fronte all' emergenza per salvare la laguna di ponente e mettere in campo tutti gli strumenti utili per intervenire sui parametri ambientali e sugli aspetti legati alla filiera produttiva e al turismo. Contemporaneamente e in prospettiva, lavorare per costruire una nuova governance del sistema lagunare, dare una risposta strutturale alle problematiche e garantire la sostenibilità ambientale".

Sono le priorità indicate dall'assessore all' ambiente Federica Fratoni nel corso dell'odierna riunione del comitato tecnico scientifico e del comitato di sorveglianza, convocati d'urgenza dalla Regione stamani nella sede del Comune di Orbetello per fare il punto sullo stato della laguna e sulle azioni da mettere in campo.

"Non siamo ancora fuori dall'emergenza e oggi siamo qui per trovare le soluzioni da intraprendere fin da subito. Insieme ai soggetti che fanno parte del tavolo scientifico, abbiamo chiamato a raccolta il mondo accademico e vari esperti, con un comitato allargato al quale hanno partecipato anche i rappresentanti indicati dagli operatori economici - ha proseguito Fratoni -. Un confronto trasparente e aperto ai contributi e alle istanze di tutti, nel quale è stato dato atto del lavoro fatto in questi due anni di gestione regionale e ora comunale, del contributo fornito dalle strutture regionali di Lamma e Arpat, e dove sono state avanzate proposte tecniche per la fase contingente e in un'ottica di prospettiva"

Presenti al tavolo, Regione, Provincia di Grosseto e Comune di Orbetello, enti firmatari dell' accordo di gestione del sistema lagunare, Arpat, Wwf, Ispra, Consorzio Lamma, le Università di Firenze e Siena, l'Università Insubria di Varese e vari studiosi ed esperti della materia.

I commenti sono chiusi