Ospedale di Ponte a Niccheri. Nessun rischio clinico per i pazienti regolarmente assistiti dal personale anche nei momenti di iperafflusso dovuto al “picco influenzale”

Il “rinforzo” del personale nelle giornate più critiche è sempre stato concordato e avvenuto con la disponibilità dei dipendenti ai quali non sono stati sottratti né giorni di ferie né di riposo

I commenti sono chiusi