Osservatorio regionale sport, Saccardi: “Stretta collaborazione con Burresi per far crescere sport e salute”

FIRENZE - Si è insediato il comitato di coordinamento per l'osservatorio regionale sullo sport in attuazione della legge regionale 21/2015 e del protocollo d'intesa firmato da Regione Toscana, CONI, CIP (comitato paralimpico italiano) e Anci Toscana. Ed è stato eletto presidente Riccardo Burresi, indicato dal CONI, il quale coordinerà i lavori del comitato che si è riunito alla presenza di Paola Garvin, dirigente del settore politiche giovanili, per la famiglia e lo sport, e di cui fanno parte Giovanni Palumbo per la Regione Toscana, Liuba Ghidotti per Anci e Alessio Focardi per CIP.

"Auguri di buon lavoro al presidente Burresi e a tutto l'osservatorio – dice Stefania Saccardi, assessore regionale al diritto alla salute, sociale e sport - Dalla relazione sanitaria regionale 2015 emerge che la Toscana è ai primi posti in Italia per aspettativa di vita e i toscani praticano sport con più regolarità rispetto alla media italiana. Lo sport in Toscana significa benessere, salute e prevenzione, e per questo ho intenzione di creare una stretta e diretta relazione tra l'assessorato e l'osservatorio regionale sullo sport. Il suo lavoro è un utilissimo strumento per programmare gli interventi che dovremo fare già dai prossimi mesi e ringrazio CONI, CIP e Anci che con la Regione Toscana hanno scelto di dar vita al comitato per fare della pratica sportiva nella nostra regione una straordinaria occasione di crescita".

"Lo sport ha un ruolo fondamentale per la promozione della salute – indica Burresi – ed è un diritto di ogni cittadino della Toscana. Attraverso lo sport si educa, si creano relazioni sociali e si fa prevenzione. L'osservatorio regionale sullo sport è lo strumento per promuovere la salute, il benessere psicofisico e la socialità attraverso l'attività fisica. Faremo una mappa del mondo sportivo toscano con la raccolta di dati inerenti le infrastrutture sportive, i praticanti delle varie discipline sportive e le associazioni che a vario titolo si occupano di sport, così da individuare punti di forza sui quali investire e criticità da correggere. E lo faremo come ogni vero sportivo, per passione, senza pesare sulle tasche dei toscani ma in modo totalmente gratuito".

Il comitato di coordinamento per l'osservatorio regionale sullo sport avrà la propria sede presso l'assessorato al diritto alla salute con il quale collaborerà intensamente per promuovere la disciplina sportiva e la salute.

I commenti sono chiusi