Parte da Zero Waste il progetto “Terra terra per la rivoluzione ecologica”

Parte da Zero Waste il progetto “Terra terra per la rivoluzione ecologica”

Hanno già aderito attivisti, amministratori ed esperti provenienti  dall’universo Rifiuti Zero. Rossano Ercolini  (Zero Waste Europe), “Investire i miliardi del Recovery Fund per la conversione ecologica!”. Ascolta l’intervista a cura di Chiara Brilli.

“Appare sempre più macroscopico come la madre di tutte le questioni oggi è rappresentata dalla crisi ambientale planetaria che ridicolizza l’aver definito la ‘società dell’usa e getta e della economia lineare’ come ‘fulgido esempio di progresso’. Ora occorre invertire la rotta e non con la squallida retorica di sempre ma attraverso progetti concreti di rinaturalizzazione e di exit strategy dagli sprechi e dai disastri ambientali da finanziare attraverso investimenti gestiti in modo trasparente e partecipato’, si legge nel comunicato di annuncio del progetto in cui si ribadisce che “Attorno ai fondi del Recovery Fund non potrà avvenire il balletto di sempre dei ‘soliti noti’ rappresentati da lobby e consorterie che costituiscono la parte più responsabile della crisi ambientale allenati da sempre dalla maggior parte della politica italiana a dirottare i danari pubblici e dei cittadini (come la TARI nel caso della bolletta rifiuti) per progetti di industria sporca e quasi sempre assistita”.

Intanto  si è costituito un gruppo di lavoro interdisciplinare formato da persone da anni impegnate in settori diversi sia dell’economia che delle istituzioni e anche della società civile e dei movimenti con lo scopo di monitorare ma anche avanzare concreti progetti perché i soldi del Recovery Fund siano ben spesi.

Il team è promosso congiuntamente alla fondazione Zero Waste Europe, all’ ass. Zero Waste Italy e al Centro Ricerca Rifiuti Zero del Comune di Capannori.

L'articolo Parte da Zero Waste il progetto “Terra terra per la rivoluzione ecologica” proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi